MotoGp, Valentino vola a Sepang

In Malesia il Dottore fa registrare il migliore tempo nella prima giornata di test. Poi torna a parlare della Rossa: "E' stato bellissimo guidarla a Barcellona ma sarà molto
difficile vedermi correre in Formula 1"

Sepang -  Valentino Rossi si è rimesso in sella alla sua moto e subito ha ricominciato a volare. In Malesia il "Dottore" inizia bene l’anno con il miglior tempo di giornata in 2'01''411. Alle sue spalle il rivale della Ducati Casey Stoner, staccato di 5 decimi, e Colin Edwards (Yamaha), seguito da Loris Capirossi (Suzuki). Nelle prove Rossi non ha incontrato grosse difficoltà, Stoner nemmeno, a parte un po' di "chattering" (la vibrazione di una o entrambe le ruote che porta a una perdita di tenuta) e la sensazione di non riuscire a capire, a causa dell’asfalto bollente, le reazioni della moto alle modifiche.

"Difficile vedermi in F1" Qualcuno spera di vederlo, molto presto, correre su una Ferrari. Difficilmente, però, per il nove volte campione del mondo della MotoGp il futuro sarà nella Formula Uno. Valentino è tornato in pista con la Rossa a fine gennaio. Un test, condotto peraltro con ottimi tempi, che ha subito sollevato l’ipotesi di vederlo correre nel circus nei prossimi anni. "Ho avuto l’occasione di guidare la Ferrari F1 a Barcellona. È stato bellissimo, mi sono divertito ed è stato un bel test, con ottimi tempi, ma penso che sarà molto difficile vedermi correre in Formula 1", ha detto Rossi in occasione della presentazione della nuova Fiat Yamaha YZR-M1, nel giorno dei primi test della MotoGp a Sepang.

Ma non si sbilancia sul futuro Il suo contratto con la Yamaha scadrà alla fine del 2010, ma il Dottore non si sbilancia sul futuro: "Difficile dire una data, comunque durante l’estate si potranno avere le idee più chiare sul mio futuro, sul 2011 e 2012, e capire cosa farò. Io sto molto bene in Yamaha e quindi parlerò innanzitutto con loro. Poi vedremo. Anticipazioni? Posso dirvi che sto costruendo una casa nuova. Per il resto, non lo so. Non ho ancora deciso".