Boschi dimenticata da Renzi

Alcuni commentatori ieri hanno evidenziato il silenzio del premier Matteo Renzi che nel discorso in cui ha annunciato le dimissioni non ha citato la ministra intestataria della riforma bocciata dal paese

Amata da molti, detestata da altrettanti. Sovente per le stesse ragioni: bella, donna, di sinistra ma non abbastanza. La ministra da cui la riforma costituzionale bocciata prende il nome è quella che potrebbe pagare più di tutti gli esponenti dell'attuale governo il conto di quel 60 a 40 (circa) uscito dalle urne nel referendum. Maria Elena Boschi ha commentato così la sconfitta: "Peccato. Avevamo immaginato un altro risveglio. Ha vinto il no, punto. Adesso al lavoro per servire le Istituzioni. Mettiamo al sicuro questa legge di bilancio".

Da volto di un esecutivo nato per "rottamare" a capro espiatorio di responsabilità non sue. La parabola discendente nell'opinione pubblica è cominciata con l'affaire banche popolari, montato ad hoc da parte dell'opposizione e rimbalzato in continuazione sui giornali. Dal momento in cui il padre della ministra è risultato coinvolto nell'inchiesta su Banca Etruria, Boschi ha visto trasformato il suo nome, dispregiativamente, sui giornali in "Maria Etruria". La ministra però ha sempre dato prova di grande determinazione. Se a inizio legislatura, le indiscrezioni sui mass media si limitavano alla prova costume, da un anno a questa parte Maria Elena Boschi è stata spesso oggetto di offese anche personali, soprattutto sui social network. In attesa che si delinei per lei un nuovo ruolo nel centrosinistra, della Boschi vogliamo ricordare, oltre alla riforma che gli italiani hanno mandato in soffitta, le treccine e il sorriso al momento dell'abbraccio con i bambini adottati in Congo, l'arringa con cui si è difesa di fronte alla Camera che l'accusava di conflitto di interessi per la vicenda delle banche, la gioia dopo l'approvazione della legge sulle unioni civili. L'attività del ministro per le Riforme con delega alle pari opportunità può piacere o no, senz'altro non si può esaurire in qualche riga. La sua uscita di scena però, non esclude un 'sequel': "A tutti i comitati, a tutti gli amici e le amiche che ci hanno dato una mano, grazie - è il suo messaggio nella bottiglia -. Decideremo insieme come ripartire, smaltita la delusione".

Intanto però la Boschi sembra essere rimasta sola. Infatti, alcuni commentatori ieri hanno evidenziato il silenzio del premier Matteo Renzi che nel discorso in cui ha annunciato le dimissioni non ha citato la ministra intestataria della riforma bocciata dal paese. "Non una parola da Maria Elena Boschi. Né da Renzi su di lei. Paga anche quello", scrive Gaia Tortora, giornalista del TgLa7. "Significativo il fatto che la Boschi che dà il nome alla riforma non sia stata nemmeno citata, nemmeno nei ringraziamenti", si legge sul profilo Twitter di Francesca Fagnani, ex giornalista di Santoro e fidanzata di Enrico Mentana.

Commenti

Kamen

Mar, 06/12/2016 - 10:35

La risibile capacità evidenziata dalla Boschi nel spiegare il contenuto ed il significato delle riforme fa pensare ad una prestanome piuttosto che ad una intestataria.Di qui spiegato il motivo per cui il gioppino non l'abbia citata.

Ritratto di .viwalitaglia.

.viwalitaglia.

Mar, 06/12/2016 - 11:15

povera miss etruria, di questa avventura con matteo le resteranno solo i ricordi ed il vitalizio

lambi65

Mar, 06/12/2016 - 11:52

Le parole contano, sia la Boschi che Renzi hanno detto che lasciavano l'attività politica. Se non voleva essere associata alla banca del padre poteva dimettersi, avrebbe avuto tutta un'altra considerazione.

Ritratto di .viwalitaglia.

.viwalitaglia.

Mar, 06/12/2016 - 12:12

povera miss etruria, sedotta e abbandonata

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 06/12/2016 - 14:38

E' MEGLIO SE T'IMBOSCHI E SCOMPARI DALLA VITA POLITICA.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 06/12/2016 - 14:40

Scommettiamo che sarà presente alla Prima alla Scala di Milano ?

Libero1

Mar, 06/12/2016 - 15:35

Dopo la batosta rimediata domenica scorsa il clown dimentica la bella addormentata nei boschi.

brunog

Mar, 06/12/2016 - 17:51

Una bella oca di sinistra

baio57

Mar, 06/12/2016 - 18:02

@ Maximilien1791 - Ho già fatto incetta di uova scadute.

nonna.mi

Mar, 06/12/2016 - 19:24

La difesa quasi esagerata di Renzi della sua cofirmatrice del proposto Cambiamento della Costituzione,non lo ha certamente aiutato per l'opinione che se ne sono fatti gli Italiani: questa bella, giovane donna ha avuto una tale supponenza di infallibilità nelle sue idee, ha dimostrato un'arroganza tale da allontanare da se stessa ogni simpatia e anche credibilità: succede e molto spesso se ne pagano le giuste conseguenze. Secondo me,altro Colpo negativo per Matteo R.è stato l'abbraccio al SI, anche se tardivo, di Prodi che gode di una molto tangibile esasperazione negativa politica da parte di una larghissima parte degli Italiani tutti ! Myriam

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 06/12/2016 - 23:22

Santa Etruria....non mi ha mai convinto, nemmemo un pochino...E.A.

massimopa61

Mer, 07/12/2016 - 00:49

Condivido l'analisi di Kamen. La fanciulla appariva davvero come una prestanome mandata allo sbaraglio solo perché dotata di un bel visetto, ma letteralmente incapace di una qualsiasi analisi nel merito che potesse definirsi tale. Probabilmente la mente di tutto ciò sperava così di "abbagliare" le persone per non farli ragionare troppo sui contenuti. Uno squallore.

Gasparesesto

Mer, 07/12/2016 - 08:49

Chiamimola Ministra altrimenti la Boldrini si incazza !

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 07/12/2016 - 09:04

ecco perche' piangeva la fatina toscana

CesareGiulio

Mer, 07/12/2016 - 11:59

l arringa con cui la boschi si é difesa su banca etruria era da libro cuore!! Una cosa ridicola. Chiunque di destra per uba cosa cosi sarebbe stato messo alla gogna e deriso per i secoli a venire...