Muore bimba di due anni Ma è negativo il test sul batterio killer e. coli

Muore la bambina ricoverata ieri a Padova. Si sospettava un caso di Escherichia coli<br />

PADOVA - Muore a soli due anni la bambina ricoverata nei giorni scorsi nel reparto di rianimazione pediatrico dell'ospedale di Padova. Possibile causa del decesso era sembrata un'infezione dovuta all'Escherichia Coli, lo stesso batterio responsabile negli scorsi mesi di numerosi decessi in Germania. L'ipotesi è stata smentita dagli esami batteriologici.

NESSUN LEGAME Alla bimba sono stati effettuati dei prelievi, inviati all'Istituto Superiore di Sanità, per scongiurare il rischio di un legame con i decessi avvenuti in Germania, ma l'Assessore alla Sanità veneto sembra certo che non sia questo il caso. "I prelievi sono stati inviati per rispettare il protocollo esistente a livello nazionale e verranno resi noti i risultati appena possibile", ha dichiarato, "ma al momento non ci sono riscontri tra il batterio killer tedesco e questo caso specifico". La morte cerebrale della piccola è stata dichiarata ieri notte. Dai genitori il consenso per la donazione degli organi. 

ESAME NEGATIVO La bambina però "è risultata negativa al test specifico per escherichia coli O104 H4, il cosiddetto batterio killer del ceppo epidemico tedesco". Lo comunica l’assessore regionale alla Sanità del Veneto Luca Coletto, appena ricevuto l’esito delle analisi effettuate dall’Istituto superiore di sanità. Nella comunicazione inviata dall’Istituto superiore di sanità, è anche specificato che "le informazioni anamnestiche ed epidemiologiche raccolte suggeriscono che si tratti di un caso sporadico e non indicano particolari esposizioni a fattori di rischio tali da costituire un pericolo per altre persone". Nonostante la sindrome uremico emolitica, legata al batterio, non sia così frequente, in Italia sono stati circa 700 i casi negli ultimi 20 anni.