Muore Galitzine, nobile stilista che inventò il pigiama palazzo

La principessa georgiana vestì il jet set anni ’60: da Jackie Kennedy alla Hepburn

da Milano

È morta nella sua casa romana la «principessa della moda». Irene Galitzine. Aveva 88 anni. Era una nobile russa, la cui famiglia ha origini antichissime, risalenti al 1200. Arrivò a Roma con la madre, ad appena due anni, costretta all'esilio dalla rivoluzione di ottobre. La capitale divenne la sua città, dove ottenne un successo internazionale diventando una delle protagoniste del jet set e della moda.
La cittadinanza italiana arrivò molto prima, durante la
Seconda Guerra Mondiale. Stilista tra le più importanti del secolo scorso, divenne nota in tutto il mondo per l' invenzione del «Pijama Palazzo», un completo composto da pantaloni e casacca, declinato in mille versioni e sempre presente nelle sue collezioni. Il suo primo pigiama sfilò nella Sala Bianca di Palazzo Pitti nel 1960, assieme alle collezioni di Capucci, Fabiani, Simonetta e Shubert. Attualmente i Pijama Palazzo di Galitzine sono esposti nei più prestigiosi musei del mondo, compreso quello di Pietroburgo, nel suo paese natio, di cui la principessa talvolta mostrava una velata nostalgia. «Mi sento russa al cinquanta per cento - ripeteva a chi le chiedeva in vari momenti della sua vita cosa provasse per il paese perchè sono stata costretta a lasciare la Russia in tenerissima età. Per anni ho cercato di rimuovere la nostalgia che provavo per la mia vera patria, anche se della Russia non ricordo quasi nulla. Non volevo tornarci da semplice turista, non mi ci vedevo seduta in un albergo come una cliente qualsiasi». Il suo desiderio si realizzò nel 1988, quando fu invitata a presentare le sue collezioni a Mosca, sfilando per sei sere di seguito nel Teatro Rossja. Nel 2001 la biografia di Galitzine fu pubblicata con grande successo anche in Russia.
La stilista ha collezionato i più importanti premi della moda e fu la prima italiana a scoprire i mercati internazionali. La sua passione per la moda era innata. «Mi divertivo raccontava spesso - a giocare con gli stracci e ad aggiustarmi vestiti che non potevo comprare nelle grandi sartorie». Così, negli anni Qauranta approdò in una piccola sartoria romana, in via Emilia, dalle allora poco conosciute Sorelle Fontana, prima come cliente, poi come collegamento tra le tre sarte e la nobiltà romana. L'ampio giro di conoscenze di Galitzine contribuì alla fortuna delle Fontana. Dopo la guerra, Galitzine lasciò le sorelle, divenute celebri, e aprì una sua sartoria, dove all'inizio si confezionava solo moda francese. Con l'invenzione del pigiama palazzo, Galtizine divenne un'icona della moda, e vestì le donne più famose del mondo: Greta Garbo, Liz Taylor, Audrey Hepburn, Jacqueline Kennedy, Marella Agnelli.
Attualmente il marchio Galitzine produce varie linee, dalla couture, agli abiti da sposa, impermeababili, accessori, foulards, guanti, occhiali, borse, oggetti di arredamento per la casa.