Al Museo della Scienza di Milano il premio Icom

Il Leonardo da Vinci si aggiudica il riconoscimento 2011 per il miglior progetto di partnership pubblico - privato con l'i.lab alimentazione

Si svolgerà domani 29 ottobre alle ore 19.30, presso il Complesso Museale di Santa Maria della Scala a Siena, la cerimonia di assegnazione del «Premio ICOM Italia - Musei dell'anno 2011». La giuria internazionale, presieduta dal Presidente di ICOM Italia Alberto Garlandini, ha aggiudicato il Premio al miglior progetto di partnership pubblico/privato al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia «Leonardo da Vinci» di Milano per l'i.lab alimentazione.
Il laboratorio interattivo permanente dedicato ai temi dell'alimentazione ha l'obiettivo di creare esperienze rivolte a diversi pubblici, approfondire aspetti scientifici relativi al cibo e favorire la nascita di un atteggiamento consapevole che può influenzare le scelte quotidiane degli individui.
L'alimentazione, tema di grande attualità e interesse sociale, al centro di Expo 2015, rappresenta un contesto favorevole per l'educazione alla scienza attraverso esperienze coinvolgenti basate sulla sperimentazione diretta in un ambiente che si presenta come una «cucina a vista».
L'approccio educativo del laboratorio si basa sull'educazione informale. Questa metodologia, innovativa a livello nazionale e internazionale, rispecchia l'identità del Museo e viene costantemente implementata con il lavoro di ricerca del CREI, Centro di Ricerca per l'Educazione Informale. Il Museo integra così la sua anima storico-scientifica con quella interattiva.
Il progetto dell' i.lab Alimentazione è stato ideato e realizzato dal Museo in partnership con istituzioni - Regione Lombardia, Expo 2015 - aziende - AMC, BeTotal, Electrolux, Fratelli Carli, Mc Cain, Nestlé (Acqua Nestlé Vera, Cereali Nestlé, Gelati Nestlé Motta, Perugina), Yakult - associazioni e fondazioni - Federchimica (Agrofarma, Aispec, Assofertilizzanti), Fondazione Italiana Accenture - in una logica di partecipazione, condivisione degli obiettivi e sviluppo dei temi.
Per la realizzazione del laboratorio i partner, oltre all'indispensabile sostegno economico-finanziario, hanno messo a disposizione competenze ed esperienza in un rapporto di scambio e confronto, sempre guidato dagli esperti del Museo, che ha arricchito e completato il progetto.
Per la stessa categoria di premio, le Menzioni speciali andranno al Museo Benozzo Gozzoli di Castelfiorentino e al Museo MAN di Nuoro. Tra gli altri musei premiati, il MuseoTorino per la categoria Information Communication Tecnology e il Museo delle Trame Mediterranee - Fondazione Orestiadi di Gibellina per la categoria Mediazione Culturale.
Sarà Hans Martin Hinz, il Presidente mondiale dell'International Council of Museum, per la prima volta in Italia in veste ufficiale, a consegnare il premio museologo dell'anno a Gabriella Belli, direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia e il premio honoris causa andrà ad Antonio Paolucci direttore dei Musei Vaticani.