Un musical dove si balla e si ride a ritmo travolgente

Adriano De Carlo

Pur non apparendo nella pellicola l’ottantenne Mel Brooks è l’anima di questo The Producers, derivato da un musical, a sua volta tratto da un film dello stesso Brooks: Per favore non toccate le vecchiette.
Max Bialystock (Nathan Lane), sgangherato produttore, seduce facoltose vecchiette spillando loro danaro, mentre il contabile Leo Bloom (Matthew Broderick), goffo e timido, scopre che un flop è più remunerativo di un successo. Attraverso una felice contaminazione di generi, con il ripescaggio dei musicals anni 40/50 con doverosi omaggi a Gene Kelly, Astaire, Busby Berkley e i Fratelli Marx, si canta e balla senza gravare sul ritmo del racconto. L’umorismo acre di Brooks, interpreti di inarrivabile bravura, tra i quali spicca la vena comica di Nathan Lane, degno sostituto del grande Zero Mostel, interprete del film del ’68 e la fulgida cavallona Uma Thurman, qui abile attrice comica nel ruolo di una ballerina svedese ninfomane, travolgono ogni ostacolo con felice baldanza. Mentre Broderick gioca in controtempo per non essere soverchiato dall’impetuoso Nathan Lane. E tutto il gruppo gay, con Roger De Bris e Carmen Ghia in testa si fa beffe della categoria con amabile grazia.
Il ritmo travolgente, l’assoluta mancanza di inibizioni socio- politiche, la tradizione musicale americana, con venature iddish, fanno di The Producers un intrattenimento di assoluto affidamento. Al grido di battaglia We can do it (possiamo farlo) si prende per il bavero il nazismo attraverso il personaggio di Franz Liebkind (Will Farrell), ma anche i neri, gli ebrei, gli anziani e soprattuto i gay sono il bersaglio di questa irriverente commedia musicale, diretta dalla stessa regista che trionfò a Broadway: Susan Stroman. Irrefrenabile, sconveniente, irresistibilmente comico, The Producers è un appuntamento da non perdere nel mare magno della violenza e della seriosità del cinema attuale.

THE PRODUCERS - UNA GAIA COMMEDIA NEONAZISTA di Susan Stroman (Usa 2005) con Nathan Lane, Uma Thurman, Matthew Broderick, 135 minuti