Napoli, incappucciati bruciano bus in centro Occupata sede del Pdl

Quattro o cinque persone a volto coperto bloccano un bus di linea in piazza San Carlo e danno alle fiamme il mezzo. Quindici disoccupati irrompono in una sede del Pdl

Napoli - Scene da guerriglia nel centro di Napoli. Un bus di linea è stato dato alle fiamme da quattro o cinque persone incappucciate. È successo nella centralissima piazza Carlo III. I teppisti hanno bloccato il mezzo, hanno fatto scendere tutti e poi hanno dato fuoco all’autobus. Del pulmann è rimasto solo lo scheletro, nonostante l’intervento dei vigili del fuoco. Sotto choc l’autista e i passeggeri.

Occupata sede Pdl Un gruppo di disoccupati ha tentato di occupare la sede regionale del Pdl in piazza Bovio a Napoli. Otto le persone condotte in Questura: identificati, denunciati e poi rimessi in libertà. La situazione nella sede regionale del Pdl dopo la tensione per l'improvvisa occupazione è tornata tranquilla. Piazza Bovio era già presidiata dalla polizia per i numerosi cortei in programma nel capoluogo campano. La sede del Pdl si trova all’interno di un antico palazzo; il portiere dello stabile ha riferito che i disoccupati avrebbero tentato di fare irruzione all’interno dell’edificio.

Cassonetti incendiati In un’altra zona della città alcuni cassonetti della spazzatura sono stati rovesciati e dati alle fiamme. Intanto, un corteo di disoccupati organizzati si è mosso da piazza Mancini, nella zona della stazione centrale, per recarsi in prefettura. La Digos sta cercando di chiarire se la manifestazione dei senza lavoro sia da mettere in relazione con l’incendio del bus e dei cassonetti.