Napoli, tragedia a Scampia Un'auto pirata uccide una bambina di 4 anni

Tragico incidente nel quartiere di Scampia a Napoli. Un'auto pirata ha investito e ucciso una bambina di 4 anni. Preso il conducente dell'auto: è un 25enne di Casal di Principe

Napoli - Una bambina di quattro anni, Fabiana C., è stata travolta e uccisa da un’auto pirata nel quartiere di Scampia a Napoli: l’uomo che l’ha investita è stato successivamente bloccato e arrestato. La drammatica sequenza si è consumata tra la tarda serata di ieri e la notte. La piccola era sotto casa, al lotto G di via Labriola, quando una Fiat Punto bianca l’ha investita allontanandosi subito dopo. La bambina è stata soccorsa dai genitori e trasportata all’ospedale Cardarelli di Napoli dove è morta per il politrauma da incidente ed il successivo arresto cardiocircolatorio.

Arrestato un 25enne La trascrizione della targa dell’auto da parte di alcuni testimoni ha consentito di risalire alla proprietaria, una donna di 55 anni di Casal di Principe, nel Casertano che ha riferito che la stessa era in uso al figlio. La vettura è stata trovata parcheggiata sotto l’abitazione della donna. Il figlio, interpellato dalle forze dell’ordine, ha spiegato che al momento dell’investimento a guidare l’auto era un amico che si è consegnato poco dopo ai carabinieri di Casal di Principe, sempre nel Casertano. Si tratta di Francesco Mottola, di 25 anni, residente a Casal di Principe. Per lui l’accusa di per omissione di soccorso ed omicidio colposo. Il figlio della proprietaria S.T., di 18 anni, è stato denunciato in stato di libertà per omissione di soccorso