È accusato di violenza sessuale. I carabinieri gli trovano un arsenale in casa

Un uomo di 36 anni del Napoletano è stato denunciato da una ragazza di 27 anni. Quando le forze dell’ordine hanno perquisito l’abitazione hanno trovato munizioni e droga

I carabinieri hanno effettuato un blitz nell’abitazione di un 36enne di Pianura, in provincia di Napoli, dopo la denuncia di una donna, che lo aveva accusato di violenza sessuale e maltrattamenti nei suoi confronti. La visita a sorpresa dei militari ha portato alla scoperta di armi e droga detenute illegalmente dall’uomo.

La ragazza di 27 anni aveva raccontato alle forze dell’ordine che un mese fa, in un albergo di Giugliano in Campania, era stata violentata dal 36enne, picchiata e minacciata con una pistola. I carabinieri hanno perquisito la casa dell’uomo trovando in un armadio del sottoscala una pistola semiautomatica, un fucile a canne mozzate, risultato rubato, una settantina di munizioni di diversi calibri, due coltelli multiuso e una mazza da baseball.

In più, l’aggressore, che coltivava marijuana in una serra artigianale costruita in casa, nascondeva oltre mezzo chilo di droga, piantine, semi, e bilancini di precisione. L’uomo è stato arrestato insieme alla moglie, considerata complice, per detenzione di armi, munizioni da guerra e detenzione di droga a fini di spaccio. Il 36 enne dovrà rispondere anche di maltrattamenti, violenza sessuale aggravata e atti persecutori nei confronti della 27enne che lo ha denunciato.