Cardarelli, chiede di spostare lo scooter: vigilante ferito con una testata

Il centauro aveva lasciato il mezzo davanti all’entrata del pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli creando intralcio al passaggio dei mezzi di soccorso

Gli chiede di spostare lo scooter parcheggiato davanti all’entrata del pronto soccorso che ostacolava il passaggio di ambulanze e altre vetture e, per tutta risposta, oltre agli insulti riceve una violenta testa in pieno viso. Come riporta FanPage, la violenza assurda e sconcertante è avvenuta nella tarda mattinata di oggi all'ospedale Cardarelli di Napoli.

In base a quanto dichiarato dalla stessa vittima e da altri testimoni che hanno assistito alla scena, un uomo probabilmente giunto in visita ad un conoscente ricoverato nel nosocomio ha lasciato la moto in un punto in cui avrebbe costituito un serio ostacolo per il transito dei mezzi di soccorso per poi dirigersi verso l’entrata.

Notando l’irregolarità, la guardia giurata si è avvicinata allo sconosciuto e gli ha chiesto, con tono fermo ma cortese, di spostare il mezzo che creava intralcio al traffico veicolare. Il centauro, però, di togliere lo scooter dal punto dove lo aveva parcheggiato proprio non ne voleva sapere.

Dopo diversi inviti a rispettare le norme, l’uomo è andato su tutte le furie e, in un raptus di follia, ha colpito con una testata al volto il vigilante colpevole di fare solo di far solo il suo lavoro.

Dopo l’aggressione, forse intuendo la gravità del gesto compiuto, il motociclista si è dileguato prima che riuscissero a bloccarlo. Immediatamente è stata allertata la polizia che, giunta sul posto, ha raccolto gli elementi utili alle indagini ed ha avviato le ricerche del fuggitivo.

Gli agenti del commissariato Arenella, diretto da Angelo Lamanna, hanno acquisito le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza sia dell’ospedale Cardarelli che di quelle installate in alcune strade vicine, che potrebbero aver ripreso la scena.

Il vigilante, medicato nello stesso nosocomio, ha riportato lesioni nella regione nasale. Le sue condizioni, fortunatamente, non destano particolari preoccupazioni.