Comune di Qualiano, 17 dipendenti denunciati perché marcavano il cartellino e uscivano

Le accuse nei loro confronti sono di tentata truffa ai danni dello Stato. Prima dell’estate erano arrivati altri provvedimenti simili all’ospedale Cardarelli di Napoli

Il controllo dei carabinieri della stazione di Qualiano, nel napoletano, è scattato questa mattina. I militari si sono nascosti nelle vicinanze dell’area dove sono posizionati i macchinari marcatempo di un ufficio comunale e hanno registrato con telecamere il via vai dei dipendenti. Hanno successivamente analizzato i registri delle presenze scoprendo che ben 14 impiegati erano assenti senza giustificato motivo.

Altri tre risultavano invece al lavoro, ma non erano alla loro scrivania e non c’era traccia di loro nei vari uffici comunali. Si erano presentati per poi andare via, o non si erano proprio visti: su questo aspetto sono in corso ulteriori accertamenti, ma di sicuro non erano sul posto di lavoro. Gli ingressi sono stati bloccati dai carabinieri, i badge requisiti e a quel punto sono cominciate le verifiche.

I 17 dipendenti sono stati denunciati per tentata truffa ai danni dello Stato. Prima dell’estate erano arrivati altri provvedimenti simili all’ospedale Cardarelli di Napoli. In quel caso furono indagate 62 persone, tra medici, infermieri e personale amministrativo. Tutti accusati dello stesso illecito: timbrare il cartellino e poi scomparire oppure farsi marcare la presenza da qualche collega compiacente, a cui magari ricambiare il favore la volta successiva.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?