Devasta l'appartamento di famiglia per i soldi, arrestato

Finisce in manette un 21enne a Secondigliano di Napoli, armato di coltello aveva preteso soldi dai parenti e messo a soqquadro l'abitazione di famiglia

Devasta l’appartamento di famiglia e minaccia i familiari per i soldi, finisce in manette un 21enne. L’episodio è accaduto a Secondigliano di Napoli dove un giovane è stato arrestato dai poliziotti con le accuse di rapina aggravata e maltrattamenti in famiglia.

I fatti si sono verificati nella serata di domenica scorsa, intorno alle sette. Agli agenti in servizio nel quartiere periferico del capoluogo campano, infatti, era giunta una segnalazione di una rapina. I poliziotti si sono fiondati sul posto e qui hanno trovato un uomo, il fratello del protagonista della vicenda, che ha spiegato loro cosa stesse accadendo nell’abitazione di famiglia.

Il 21enne, infatti, aveva brandito un coltello e stava minacciando i parenti. Chiedeva e pretendeva denaro. Per dare maggior credito alle sue pretese aveva iniziato a devastare l’abitazione, mettendo a soqquadro l’appartamento della sua famiglia.

Gli agenti, a quel punto, hanno fatto irruzione in casa e in poche mosse sono riusciti a bloccare il giovane e a disarmarlo. Dopo le formalità di rito, lo hanno arrestato e accompagnato presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale, in attesa della celebrazione del rito direttissimo disposto sul suo caso.