Donna violentata si lancia dal balcone per sfuggire all’aggressore

L’episodio è accaduto a San Giuseppe Vesuviano, nel Napoletano. La 67enne è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Castellammare di Stabia

Dopo averla attirata con l’inganno in una casa disabitata, l’ha aggredita e violentata. L’episodio è accaduto a San Giuseppe Vesuviano, nel Napoletano, dove una donna russa di 67 anni, priva del permesso di soggiorno, è stata oggetto di abusi sessuali da parte di un uomo ancora da identificare.

La 67enne, per sfuggire alle angherie del suo aguzzino, si è lanciata dal balcone dell’appartamento, ferendosi in maniera grave. Sul posto è giunta un’ambulanza del 118, che ha trasportato la donna all’ospedale di Castellammare di Stabia, dove è ricoverata in prognosi riservata.

Sulla vicenda stanno indagando gli agenti del locale commissariato di polizia, i quali sono alla ricerca dell’aggressore, un cittadino di origini marocchine secondo le prime testimonianze, ma l’uomo, fino a questo momento, ha fatto perdere le proprie tracce.

Le forze dell’ordine attendono che la donna russa riprenda conoscenza per interrogarla. Dal suo racconto, molto probabilmente, sarà possibile ricostruire l’accaduto, che presenta ancora tanti lati oscuri, e trovare il marocchino che ha usato violenza nei confronti della 67enne.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Lun, 29/07/2019 - 19:20

ma nooooooooooo. ,i marocchini non fanno queste...marocchinate....

ziobeppe1951

Lun, 29/07/2019 - 20:12

I nipoti delle marocchinate..buon sangue non mente

Ritratto di mailaico

mailaico

Lun, 29/07/2019 - 21:36

sicuramente non faceva sboldrina di cognome ...