Furto nel campo sportivo per ragazzi intitolato ad una vittima della camorra

Nella notte alcuni ignoti hanno forzato l’ingresso della struttura e hanno rubato tutto il materiale conservato negli armadietti, compreso il defibrillatore

Il campo sportivo dell’associazione dilettantistica Sporting è intitolato a Lino Romano, vittima innocente di camorra. Il centro, che con la scuola calcio si preoccupa di offrire attività sane ai giovani del luogo, opera a Cardito, hinterland difficile a nord di Napoli, dove proprio l’altro giorno sono stati esplosi cinque colpi di pistola contro l’abitazione di un sacerdote.

Nella notte alcuni ignoti hanno forzato l’ingresso della struttura, sono passati per il campo e hanno rubato tutto il materiale sportivo conservato negli armadietti, compreso il defibrillatore. A denunciare l’accaduto è il responsabile dell’associazione Rocco Costanzo, che ha manifestato la sua rabbia sui social network.

“Questo è il risultato dei sacrifici e del sudore messo – ha scritto su Facebook – questo è il mondo in cui viviamo. Ma ricordatevi siete la schifezza umana quando rubate la sicurezza dei miei bambini. Io non mollo. Non sono i danni che ti fanno mollare, non è la paura che ti fa mollare, se c'è un sogno e una passione si continua a seguirla”. In tanti, in città, hanno espresso solidarietà a Rocco Costanzo, che con la sua associazione sportiva è molto conosciuto in tutto il territorio.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?