Torre del Greco, maxi sequestro di cozze al porto: "Vietata la vendita"

Operazione della Capitaneria di Porto a Torre del Greco in provincia di Napoli. Sotto i sigilli tre quintali e mezzo di mitili

Cozze non sicure, la Capitaneria di Porto di Torre del Greco, in provincia di Napoli, mette sotto sequestro 350 chili di mitili.

L’operazione s’è registrata nella mattinata di ieri al porto della città corallina. Ed è stato proprio sulle banchine che gli uomini della Capitaneria hanno potuto fare la scoperta. È nei giorni festivi, quelli in cui la domanda di prodotti ittici da parte del mercato al dettaglio aumenta considerevolmente, che l’attenzione delle forze dell’ordine si concentra sulla qualità e sui controlli relativi ai cibi.

La merce finita nel loro mirino, infatti, proveniva da alcuni impianti di allevamento locali a cui, però, i funzionari dell’azienda sanitaria locale dell’Asl Napoli 3 avevano imposto il divieto di raccolta dei mitili e della loro relativa vendita.

Il tentativo di eludere le disposizioni sanitarie è, quindi, non è andato a buon fine ed è costato una denuncia alle persone ritenute responsabili dei fatti. Le cozze, per un peso complessivo di tre quintali e mezzo, sono state sequestrate a tutela della salute pubblica per evitare ogni possibile rischio di intossicazione o di infezione a danno dei consumatori.