Napoli, calci e pugni contro bus e minacce ad autista: la follia di due giovani

L’episodio nel quartiere Fuorigrotta a Napoli. I ragazzi, forse privi di biglietto, hanno anche tentato di sfondare la porta di ingresso

I trasporti pubblici di Napoli sempre più nel mirino di vandali e violenti. L’ultimo episodio di follia si è verificato questa mattina nel quartiere Fuorigrotta contro un autobus della linea 181 e il suo autista.

Due ragazzi volevano salire a bordo probabilmente senza biglietto. Respinti dal conducente, hanno dato sfogo alla rabbia sferrando pugni e calci contro il mezzo, arrivando persino a tentare di sfondare la porta d’ingresso. L’azione ha creato panico in strada tanto che alcune persone che hanno assistito alla scena hanno iniziato ad urlare. I giovani, non soddisfatti, hanno rivolto le loro attenzioni all’autista che è stato subissato di insulti e minacce. Quest'ultimo, per evitare che la situazione prendesse una brutta piega, si è alzato dal suo posto e ha provato a difendersi rispondendo agli esagitati.

Marco Sansone, del Coordinamento Regionale USB, ha dichiarato che “le condizioni in cui sono costretti a lavorare gli operatori dell'Anm sono inaccettabili, come dimostra questo ennesimo episodio di violenza”. Il sindacalista afferma, inoltre, che “si affrontano le esigenze della cittadinanza senza i mezzi necessari e facendo fronte a mille pericoli e difficoltà. Come lavoratori e cittadini di questa città siamo davvero stanchi. Ogni giorno andiamo a lavoro senza sapere cosa dobbiamo aspettarci”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti

ziobeppe1951

Lun, 04/11/2019 - 13:01

Piccoli sinistrati crescono

ettore10

Lun, 04/11/2019 - 14:36

Mi sembrano stranieri. Forse maghebrini.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 04/11/2019 - 15:35

Napule ormai è una città ingovernabile,in piena anarchia. E giggino è entusiasta.