Napoli, così il branco terrorizza il Centro Direzionale

In una decina lanciano oggetti contro persone sole. Sono dei ragazzini e sono stati immortalati in un video registrato da una residente

Sono dei ragazzini. Qualcuno sembra non superare i 13 anni. Si divertono lanciando oggetti contro i passanti. È questo il loro passatempo. Sono una decina e stanno terrorizzando, alla loro tenera età, il Centro direzionale di Napoli. Prendono di mira persone sole. Principalmente donne, anziani e stranieri. E gli sferrano contro ciò che gli capita tra le mani. Tra di loro di distinguono dei bambini. Questo è il loro ‘gioco’, un gioco - se così si può chiamare - in grado di ferire. Si muovono in branco tra i grattacieli del Centro direzionale e quando cala il buio iniziano ad aggredire chi gli capita sotto tiro.

“È sempre il solito gruppetto”, dice qualcuno della zona. Una residente ha documentato alcuni degli episodi in cui i piccoli teppisti si sono scagliati contro qualcuno e ha pubblicato i video su Facebook. Dal branco si vedono volare oggetti contro i malcapitati. Dei ragazzini afferrano oggetti recuperati a terra e li lanciano senza esitazione. Alcuni sono incappucciati. Fa da scenario un Centro Direzionale deserto, svuotato dai lavoratori che lo animano durante la giornata, dove al calare del buio e del silenzio si alzano le urla di quei bambini che si divertono a fare i violenti.