Napoli, minaccia agenti con un seghetto: fermato clandestino ghanese

La violenza in nei pressi di vico Soprammuro, non lontano dalla Stazione Centrale di Napoli. L’uomo ha tentato la fuga ma è stato raggiunto ed arrestato

Per evitare una semplice identificazione da parte della polizia ha minacciato gli agenti con un seghetto. Il tentativo di sfuggire ai controlli, però, non è andato a buon fine. E così, un ghanese di 42 anni è stato arrestato nella notte tra sabato e domenica a Napoli per resistenza e lesioni aggravate a Pubblico ufficiale.

Gli uomini dell’Ufficio prevenzione generale, nel corso del servizio di controllo del territorio, avevano notato uno straniero in atteggiamento sospetto che si aggirava nei pressi di vico Soprammuro, non lontano da Porta Nolana. Per capire cosa facesse in strada, gli agenti si sono avvicinati all’extracomunitario con l’intento di effettuare un controllo.

L’uomo si è mostrato molto agitato. Ad un tratto ha estratto un seghetto dalla tasca posteriore dei pantaloni e lo ha puntato contro i poliziotti. Con questa azione, l’immigrato è riuscito a scappare.

La sua fuga è durata poco. Gli agenti, infatti, lo hanno inseguito e bloccato in via Marvasi. Il ghanese, Jorge Prince Ouedrago, reso inoffensivo è stato dichiarato in stato di arresto. Dai successivi controlli è emerso che lo straniero era irregolare sul territorio nazionale e con precedenti di polizia.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?