Napoli, picchia la mamma e aggredisce i poliziotti con forbici: arrestato

A Ponticelli, nella zona orientale di Napoli, un 38enne ha picchiato la mamma e si è barricato in casa. L’esagitato ha successivamente aggredito e ferito i poliziotti intervenuti per riportare l’ordine

Per motivi ancora da chiarire ha picchiato furiosamente l’anziana mamma e, poi, in un crescendo di violenza si è scagliato con una forbice ed un cacciavite contro le forze dell’ordine intervenute per salvare la donna. La follia si è verificata nella tarda serata di ieri in un appartamento situato a Ponticelli, nella zona orientale di Napoli.

Quando, a seguito di una segnalazione, gli agenti sono arrivati sul posto hanno constatato che affacciato alla finestra della casa vi era un uomo che lanciava oggetti di vario genere in strada, creando un possibile pericolo per i passanti.

La tensione è subito salita alle stelle anche perché i poliziotti hanno accertato che l'uomo si era barricato all'interno dell’abitazione insieme alla madre. Temendo per l’incolumità dell’anziana, gli agenti hanno deciso di intervenire con estrema cautela riuscendo ad entrare all'interno solo dopo una lunga trattativa con l’esagitato.

Appena ha aperto la porta, però, il giovane armato di forbici e cacciavite si è avventato contro i poliziotti, ferendoli. Dopo l’improvviso attacco è divampata una violenta colluttazione durante la quale l’uomo ha continuato ad inveire pesantemente contro gli agenti, arrivando a colpirli con calci e pugni.

Con grande fatica le forze dell’ordine sono riuscite a disarmare ed a bloccare il soggetto, ormai completamente fuori di sé. Riportata la calma, nell’abitazione sono intervenuti anche gli operatori del 118 di Napoli che hanno prestato le prime cure alla donna che, poco prima, era stata aggredita dal figlio.

Fortunatamente, nonostante le botte subite, l’anziana non ha riportato ferite gravi. L’uomo, un 38enne, è stato arrestato ed ora dovrà rispondere delle accuse di resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale.