Napoli, rissa all’esterno della Stazione Centrale: arrestati 4 stranieri

Le persone coinvolte nella violenza all’esterno della stazione di Napoli Centrale, tre indiani e un marocchino, erano tutti irregolari. Gli extracomunitari sono stati condannati a 4 mesi di reclusione

Quello appena trascorso è stato un fine settimana piuttosto impegnativo per gli agenti di Polizia Ferroviaria per la Campania. Le forze dell’ordine, infatti, hanno intensificato le misure di osservazione e vigilanza e rafforzato i dispositivi di sicurezza già disposti negli scali ferroviari, in particolare in quelle delle stazioni di Napoli Centrale e di Campi Flegrei, al fine di garantire sicurezza in occasione della cerimonia di chiusura della XXX edizione delle Universiadi.

Nel corso del loro lavoro, gli agenti in servizio presso la Stazione Centrale di Napoli sono stati impegnati per sedare una violenta rissa tra 4 stranieri scoppiata su un marciapiede esterno allo scalo ferroviario.

I poliziotti, intervenuti su segnalazione di alcuni viaggiatori spaventati, hanno diviso con difficoltà i contendenti, risultati essere tre indiani e un marocchino, che si stavano picchiando con estrema violenza.

Per il nordafricano è stato necessario il ricorso alle cure dei sanitari del 118: l’uomo, nel corso della colluttazione, era stato colpito con una bottigliata alla testa.

Le persone coinvolte nella violenza sono state arrestate e condotte in ufficio per gli adempimenti di rito. Nel corso dei successivi controlli nella banca dati è emerso che gli stranieri erano irregolari sul territorio nazionale. Per questo, gli extracomunitari sono stati anche denunciati per la legge sull’immigrazione. Sottoposti a giudizio con rito direttissimo, tutti sono stati condannati a 4 mesi di reclusione.