Negoziante difende la commessa durante la rapina: ferito alla testa

Succede a Pianura, nel Napoletano, dove il malvivente, che era a volto coperto, probabilmente aveva un complice, essendo riuscito a fuggire velocemente su uno scooter

Ha visto l’arma del ladro puntata contro la sua dipendente e ha provato a difenderla facendole da scudo. Un negoziante di Pianura, in provincia di Napoli, è stato colpito alla testa nel corso di una rapina nel suo locale ed è finito in ospedale.

L’uomo, 51enne, ha raccontato ai carabinieri di essere stato ferito per ritorsione dal malvivente che nel tardo pomeriggio di ieri ha fatto irruzione nel suo negozio. Il giovane criminale ha minacciato la commessa con la pistola, chiedendole di consegnargli i soldi dell’incasso giornaliero. Il commerciante a quel punto ha reagito e si è frapposto tra il ladro e la sua dipendente.

L’iniziativa, però, non ha sortito l’effetto sperato: il rapinatore ha colpito l’uomo alla testa con il calcio della pistola, ha afferrato il contante ed è scappato via. Il giovane malvivente, che era a volto coperto, probabilmente aveva un complice, essendo riuscito a fuggire velocemente su uno scooter.

A fine luglio erano stati arrestati i criminali che avevano fatto irruzione in una sala scommesse di Quarto, Comune alle porte di Napoli che confina col quartiere Pianura, aprendo il fuoco contro il gabbiotto in cui c'era il cassiere; l'uomo, 64 anni, era stato raggiunto da cinque pallottole.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?