Portici, nascondeva armi e proiettili dietro l'armadio: arrestato pregiudicato

La Polizia di Portici ha arrestato nel tardo pomeriggio di ieri un 48enne pregiudicato che nascondeva armi e proiettili dietro l'armadio della sua abitazione: la scoperta è stata fatta da due abili cani poliziotto della Squadra Cinofili

I poliziotti del Commissariato di Portici-Ercolano, in provincia di Napoli, hanno tratto in arresto nella giornata di ieri un uomo di 48 anni. L'uomo, residente a Portici, nascondeva un'arma e dei proiettili all'interno della sua abitazione ed era già noto alle forze dell'ordine per precedenti reati a suo carico.

L'incredibile scoperta è stata fatta grazie al prezioso ausilio di due esperti e abili cani poliziotto della Squadra Cinofili: Freya e Broke. I due cani hanno, infatti, avuto un ruolo centrale ed essenziale nell'operazione, in quanto proprio grazie al loro infallibile fiuto è stato possibile rinvenire una pistola e numerose munizioni (guarda il video).

Tutto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri, quando i poliziotti di Portici si sono introdotti in un appartamento situato a Cortile Sannino, dove risiede il 48enne pregiudicato. Gli agenti si sono recati sul posto in compagnia dei due cani, che hanno iniziato a girare per la casa, in attesa di fiutare qualcosa di illegale. Dopo circa un'ora, gli agenti hanno constatato che i due cani si erano diretti nei pressi di un armadio, che si trovava nella camera da letto e continuavano ad annusare in quella zona, attratti probabilmente da un forte odore.

I poliziotti hanno così deciso di intervenire e hanno scoperto che dietro l'armadio era stato ricavato un vano di cartongesso. All'interno era stato nascosto un borsello contenente una pistola di marca CZ e 14 proiettili, di cui 6 di colore oro e i restanti 8 di colore rame. In casa è stato anche ritrovato e sequestrato un Dvr con telecamere, utilizzato per riprendere diverse parti all'interno e all'esterno dell'abitazione.

Dopo il rinvenimento e il sequestro della pistola e dei proiettili, il 48enne di Portici è stato condotto presso il carcere di Poggioreale ed è al momento accusato di detenzione di arma clandestina e relativo munizionamento.