Pusher 17enne aspettava i clienti isolani sul molo per consegnargli la droga

Il giovane, accusato di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, è stato trasferito al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei

Spacciava droga ai clienti che provenivano dalle isole di Capri, Ischia e Procida. Il baby pusher di 17 anni, che aspettava gli avventori al Molo Beverello di Napoli, è stato fermato dai carabinieri della stazione di Portici con uno zaino che conteneva 100 grammi di marijuana.

I militari hanno notato il minorenne di Somma Vesuviana sul pontile degli imbarchi e poi lo hanno bloccato su via Marina, perché stava tentando la fuga. Il giovane pusher, accusato di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, è stato trasferito al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei.

Contemporaneamente i carabinieri hanno scoperto una rete di spaccio di sostanze stupefacenti per clienti benestanti della penisola Sorrentina. Le forze dell’ordine hanno arrestato quattro persone, due uomini e due donne, che consegnavano la droga direttamente a domicilio.

Un 38enne di Piano di Sorrento andrà ai domiciliari, una 35enne di Marigliano avrà il divieto di dimora in Campania, mentre una 28enne e un 22enne di Piano di Sorrento avranno il divieto di dimora in penisola Sorrentina.