Racket nel mercato ortofrutticolo di Pozzuoli: arrestati due estorsori

L’indagine degli inquirenti rientra in una più ampia attività investigativa, cominciata dopo lo sfaldamento del clan camorristico Longobardi-Beneduce

Un blitz messo a segno alle prime luci dell’alba ha permesso ai carabinieri del nucleo investigativo di Napoli e della compagnia di Pozzuoli di arrestare due persone con l’accusa di tentata estorsione. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli. Agli indagati è contestata una richiesta estorsiva nei confronti del titolare di un’attività commerciale all’interno del mercato ortofrutticolo di Pozzuoli. I due malviventi avevano minacciato l’esercente, intimandogli di sborsare 100mila euro.

Successivamente avevano rincarato la dose chiedendo anche altri 5mila euro per il sostentamento degli affiliati detenuti in carcere. Gli estorsori si erano rivolti anche ai dipendenti del Comune, che hanno funzioni di vigilanza nel mercato ortofrutticolo, ai quali avevano chiesto il pizzo. L’indagine degli inquirenti rientra in una più ampia attività investigativa, cominciata dopo lo sfaldamento del clan camorristico Longobardi-Beneduce, decapitato nel 2010 con l’arresto di oltre cento persone tra boss e affiliati. Il duro colpo inflitto al gruppo criminale ha permesso ai carabinieri di passare al setaccio il territorio e scoprire le trame della camorra.

A coordinare le operazioni delle forze dell’ordine è stata la Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che è impegnata nel contrastare i clan della camorra che operano nell’area flegrea. Contestualmente all'operazione condotta nel mercato ortofrutticolo, i carabinieri hanno arrestato anche un uomo di 31 anni, ritenuto affiliato al clan Longobardi-Beneduce, accusato di tentata estorsione aggravata dalle finalità mafiose. L'uomo, come hanno rivelato le indagini della Dda, nell'aprile scorso avrebbe avvicinato il titolare di una sala giochi di Pozzuoli, chiedendogli il pizzo. L'esercente ha però denunciato la richiesta estorsiva alle forze dell'ordine, facendo arrestare il 31enne.

Intanto, il Comune di Pozzuoli, la scorsa estate ha previsto novità importanti per il mercato ortofrutticolo di viale dell’Europa Unita, con l’avviso pubblico di selezione per la formazione di una graduatoria volta all’assegnazione in concessione, per attività a carattere continuativo, fino al 31 dicembre del 2020, di altri sei locali di vendita di merci agro-alimentari. I locali risultati liberi sono stati offerti per l’assegnazione a nuovi operatori commerciali, nell’ottica di sviluppo del tessuto socio-economico del Comune e dell’intera area flegrea, al fine di favorire o di polarizzare l’organizzazione e la distribuzione dei prodotti agro-alimentari secondo le finalità sancite nel regolamento del mercato ortofrutticolo.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?