Raffica di Daspo e multe tra Napoli e provincia

Il bilancio di novembre: emessi più di venti divieti per il San Paolo e i campi "minori". Sanzionate 45 persone

Daspo, a novembre emessi più di venti divieti tra Napoli e provincia: raffica di multe allo stadio San Paolo.

Questo è il bilancio relativo alle decisioni del Questore sul fronte del tifo tra il capoluogo campano e i campi “minori” del calcio locale. Undici provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazione sportive sono stati emessi nei confronti di altrettante persone che sono risultate essere state denunciate o già condannate per reati contro la persona, in particolare per rapina, o in materia di possesso di armi e sostanze stupefacenti.

Altri dieci Daspo, invece, sono stati emessi per condotte sanzionate all’interno degli stadi. In particolare, cinque persone sono state raggiunte dal provvedimento perché scoperte a scavalcare durante gli incontri di calcio, disputatisi allo stadio San Paolo, tra i padroni di casa del Napoli e l’Hellas Verona (il 19 ottobre scorso) e il Cagliari (il 25 settembre). Un altro tifoso napoletano è stato stangato, invece, perché accusato di aver aggredito uno steward al termine della partita di Champions League tra gli azzurri e gli austriaci del Salisburgo; infine – a causa di due violazioni dell’impianto sportivo in un campionato precedente – un altro tifoso è stato raggiunto dal provvedimento emesso dal Questore.

Fioccano Daspo anche sui campi “minori”. Un tifoso è stato raggiunto dal provvedimento perché scoperto in possesso di una mazza durante la partita disputatasi il 21 settembre scorso tra l’AfroNapoli e la Frattese. A un altro, invece, è stato inibito l’accesso alle manifestazioni sportive perché scoperto in possesso di un petardo il 27 ottobre scorso, in occasione dell’incontro di calcio tra il Nola e il Palermo in serie D. Infine un tifoso è stato sanzionato perché, durante la partita tra l’Asd Marzano e il Saviano Calcio del 29 settembre scorso, ha tenuto comportamenti ritenuti minacciosi nei confronti dei carabinieri incaricati del servizio d’ordine.

Ma non è tutto. Perché, oltre ai Daspo, sono fioccate le multe e le sanzioni. Sono state ben 45, emesse a carico di alcuni dei tifosi presenti allo stadio, per comportamenti e violazioni riscontrate durante le partite che la squadra del Napoli ha disputato al San Paolo contro l’Atalanta, il Genoa e il Salisburgo. Sono stati sanzionati coloro i quali sono stati scoperti in possesso di sostanze stupefacenti ma anche i tifosi che stazionavano, ostruendole, nell’area delle vie di fuga dell’impianto sportivo di Fuorigrotta oppure che seguivano la partita stando in piedi sui seggiolini.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?