Rapinano scooter e aggrediscono agenti, fermati

Bloccati a Scampia, finiscono in manette due napoletani di 48 e 37 anni. Per quest'ultimo, già ristretto ai domiciliari, è scattata anche la denuncia per evasione

Pizzicati in sella allo scooter provento di una rapina avvenuta solo qualche ora prima, tentano di fuggire agli agenti aggredendoli: finiscono in manette due napoletani a Scampia.

L’episodio s’è consumato nella notte di lunedì scorso quando i poliziotti del commissariato del popoloso quartiere alla periferia del capoluogo campano hanno intercettato, in via Cupa Spinelli, un 48enne e un 37enne. Viaggiavano su uno scooter che era stato sottratto con la forza al suo legittimo proprietario a Gricignano d’Aversa, in provincia di Caserta. Per tentare di sfuggire ai controlli, i due uomini hanno prima provato a fuggire e quindi, ormai messi alle strette, hanno aggredito i poliziotti.

Ne è sorta una collutazione ma grazie alla loro professionalità, gli agenti della polizia di Stato sono riusciti ad avere la meglio sulla coppia di aggressori. Li hanno bloccati e sottoposti, entrambi, al fermo di polizia con le accuse di rapina e resistenza a pubblico ufficiale. Uno dei due, il 37enne, s’è buscato un’ulteriore denuncia perché dai controlli è emerso che non poteva nemmeno trovarsi in strada dal momento che risultava ristretto al regime degli arresti domiciliari. Per lui, dunque, è scattata anche la denuncia per evasione.

Lo scooter, recuperato dai tutori dell’ordine, è stato invece restituito al suo proprietario.