Raro esemplare di pitone per strada a Mugnano: terrore tra i residenti

I carabinieri e i vigili del fuoco hanno catturato il rettile e lo hanno consegnato agli esperti del nucleo Cites di Napoli

La chiamata ai carabinieri è arrivata da un passante spaventato a morte dalla presenza di un serpente, un raro esemplare di “pitone palla”, tra i cespugli di fronte ad un bar di Mugnano, in provincia di Napoli. L’animale, lungo circa un metro e mezzo, ha seminato il panico tra i residenti, in pieno centro cittadino.

Molto probabilmente il serpente è stato abbandonato o è scappato da un’abitazione privata, Nel Napoletano è di moda acquistare animali esotici e tenerli in casa. I carabinieri sono intervenuti, coadiuvati dai vigili del fuoco, e hanno catturato il pitone. Il rettile, poi, è stato adagiato in una scatola di legno e consegnato agli esperti del nucleo Cites di Napoli.

Si tratta di militari specializzati nel trattare animali coinvolti nella "Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione”. Il serpente trovato a Mugnano è originario dell'Africa occidentale e non è considerato aggressivo. Il “pitone palla” è stato sottoposto a sequestro penale e verrà affidato ad una struttura idonea. Sono in corso le indagini per accertare da dove provenga e per perseguire i responsabili dell’abbandono.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di navajo

navajo

Lun, 09/09/2019 - 11:44

Terrorizzati da un serpente di 1,5 metri? Ridicoli. Dovrebbero invece essere terrorizzati dalle migliaia di criminali che ci hanno invasi.

Adespota

Lun, 09/09/2019 - 15:58

Ma a nessuno è venuto in mente che trattasi di un esperimento di derattizzazione fatto dagli stessi biodiversiscienziati che hanno ripopolato di lupi i nostri monti...?