In Campania Fratelli d'Italia punta su Cirielli

L'attuale Questore alla Camera dei Deputati può essere l'anti De Luca, la "palla" passa agli alleati del centrodestra. E incassa il sostegno del senatore Iannone: "Un carabiniere alla guida della Campania? Segnale di legalità"

In vista delle elezioni regionali in Campania Fratelli d’Italia mette sul tavolo del centrodestra la candidatura a governatore di Edmondo Cirielli.

La decisione è arrivata a margine della festa di Atreju. L’assemblea nazionale del partito vicino a Giorgia Meloni ha ufficializzato la decisione relativa alla proposta di candidatura a presidente della Regione Campania dell’attuale Questore alla Camera dei Deputati. Per Fratelli d'Italia il profilo di Cirielli, ufficiale dell'arma dei Carabinieri, è quello ideale per incarnare un'alternativa politica all’uscente governatore Pd Vincenzo De Luca. Lo sguardo è rivolto alle elezioni che si terranno nella primavera del prossimo anno.

Sarebbe una sfida tutta “salernitana”. Edmondo Cirielli, parlamentare di lungo corso della destra, è stato anche l’ultimo presidente eletto dai cittadini della Provincia di Salerno. Il suo nome circolava già da mesi e ad aprile scorso, intervistato da IlGiornale.it, Cirielli – pur reputando a quell’epoca prematuro ogni discorso relativo alle Regionali – si era dichiarato disponibile a impegnarsi “se servirà al territorio e a Fratelli d’Italia”.

Attorno al nome di Cirielli già arrivano le prime adesioni e dichiarazioni di sostegno. Tra queste, quella del senatore Fdi Antonio Iannone che sui social ha espresso la sua soddisfazione per la scelta dei vertici nazionali del partito: “Edmondo Cirielli sarebbe un grande Governatore della Campania. Quella di Edmondo è una storia politica fatta di successi elettorali, coerenza ed onestà. Ho sostenuto un anno fa [...] che Fratelli d’Italia ha l’uomo giusto per portare la Campania fuori dai fallimenti di De Luca: sanità, rifiuti, trasporti pubblici e spesa dei fondi europei hanno segnato la Caporetto del centrosinistra che aveva promesso la rivoluzione e ha concretizzato la restaurazione”.

Quindi il parlamentare Fdi ha aggiunto: “Un ufficiale dei Carabinieri alla guida della Regione Campania sarebbe anche un bel segnale in un territorio affamato di legalità e trasparenza”.

Ora la palla passa agli alleati: l’autunno è arrivato e a Napoli e in Campania, per il centrodestra, è giunto il momento di lavorare a un’alternativa politica da proporre agli elettori in primavera.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?