Sequestrate 3mila confezioni di farmaci mal conservati a Napoli

Il blitz è stato effettuato dai carabinieri del Nas. I controlli riguardano l’importazione e il commercio dei medicinali sul territorio nazionale e internazionale

Sequestrate oltre 3mila confezioni di farmaci a Napoli, dopo un blitz effettuato dai carabinieri del Nas in coordinamento con il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Ufficio Napoli 2 – Sezione Distaccata di Nola. I controlli riguardano l’importazione e il commercio dei medicinali sul territorio nazionale e internazionale.

I farmaci tolti dal mercato, destinati all’esportazione, erano di proprietà di due diverse aziende specializzate nella vendita all’ingrosso. I carabinieri hanno constatato che le società, in flagrante violazione della normativa di settore, avevano lasciato che i farmaci destinati allo sdoganamento fossero custoditi in un container inadeguato al loro trasporto, ovvero a temperatura superiore ai valori indicati sulle etichette, tanto da renderli di fatto guasti e/o imperfetti.

Per altre confezioni, che dovevano servire per il commercio extracomunitario, non c’era stato l’annullamento del bollino adesivo con l’indicazione “esportazione”. Detti prodotti, saranno oggetto di apposito provvedimento di respingimento da parte dell’agenzia delle dogane. I responsabili delle società colte in palese violazione delle norme sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria. Il valore complessivo della merce sequestrata ammonta a circa 40mila euro.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?