Sequestrato cancello abusivo che nascondeva la piazza di spaccio a Caivano

I carabinieri hanno confiscato non solo la cancellata, ma anche 50 paletti in ferro, che delimitavano abusivamente posti auto non autorizzati

In seguito ad un blitz dei carabinieri è stato scoperto a Caivano, nel famigerato Parco Verde del centro napoletano, un cancello abusivo alimentato con corrente elettrica rubata. L’inferriata serviva ai malviventi del luogo per proteggere lo spaccio di droga.

I militari hanno sequestrato non solo la cancellata, ma anche 50 paletti in ferro, che delimitavano abusivamente posti auto non autorizzati. Il cancello, costruito con due pareti di lamiera, impediva l’accesso a tutti coloro che non erano “autorizzati”.

Nelle ultime settimane i carabinieri stanno setacciando in lungo e largo il Parco Verde e il Rione Gescal, i due agglomerati popolari di Caivano. Lo scorso mese di maggio, così come era già successo a novembre del 2018, i militari avevano scoperto e sequestrato un kalashnikov, droga, telecamere di sorveglianza, numerose munizioni e una penna pistola: tutto materiale che era stato nascosto tra i campi e nel vano stenditoio di una delle palazzine del quartiere popolare del Parco Verde.