Sgominata banda di finti carabinieri: dieci arresti per furti in abitazioni

I malviventi erano soliti mettere a segno i loro colpi in alcuni edifici di Napoli, di Afragola e di Marcianise, nel Casertano

Dopo una lunga indagine i carabinieri della stazione napoletana di Marianella hanno tratto in arresto dieci persone, già note alle forze dell’ordine, per i reati di rapina, detenzione e porto abusivo d’arma da fuoco, sequestro di persona e furto in abitazione. I malviventi erano soliti mettere a segno i loro colpi in alcuni edifici di Napoli, di Afragola e di Marcianise, nel Casertano.

I ladri, travestiti da carabinieri, riuscivano facilmente ad entrare nelle case di proprietari facoltosi, precedentemente pedinati per mesi. Alcuni componenti della gang di finti militari erano stati già colpiti da analoga misura cautelare lo scorso mese di gennaio al termine di un primo filone dell’inchiesta: erano ritenuti gli autori di tre rapine a mano armata, due in abitazione e una in danno di una sala scommesse.

Gli ultimi provvedimenti giudiziari scaturiscono da un’indagine avviata dopo una violenta rapina in un’abitazione perpetrata in danno di un imprenditore a settembre dello scorso anno, nel quartiere di San Carlo Arena a Napoli. L’attività investigativa ha consentito di identificare altri sei componenti del sodalizio criminale a carico dei quali sono emersi indizi di colpevolezza in ordine alla consumazione di un furto in abitazione e di tre rapine.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?