Spaccio di droga, una famiglia ai domiciliari

Arrestati mamma, figlio e fidanzata a Boscoreale, in provincia di Napoli. Hanno tentato di disfarsi di un marsupio in cui c'erano soldi, cocaina, hashish e marijuana

Spaccio di droga, ai domiciliari un’intera famiglia a Boscoreale, in provincia di Napoli. È accaduto nel fine settimana appena trascorso quando i carabinieri hanno stretto le manette ai polsi di una 50enne, del figlio di 22 anni e della sua fidanzata, una 23enne incensurata.

Tutto è iniziato quando i militari sono arrivati nei pressi del palazzo dove la donna viveva con la famiglia. In casa, al momento del blitz c’erano anche il figlio maggiorenne e la fidanzata. Alla vista dei carabinieri, la 50enne e il ragazzo hanno tentato di ostacolare le operazioni di perquisizione opponendosi con veemenza ai militari. Intanto, approfittando del bailamme, la ragazza ha preso un marsupio e ha provato a disfarsene lanciandolo dalla finestra. Il suo tentativo è stato frustrato e, a quel punto, il fidanzato ha tentato di aiutarla ma è stato bloccato dai carabinieri che sono riusciti a recuperare il borsello.

All’interno del marsupio c’erano 2,9 grammi di cocaina, dieci di hashish, altrettanti di marijuana, un bilancino elettronico di precisione e una somma in contanti pari a circa 220 euro e ritenuti provento dell’attività di spaccio di droga.

Per tutti sono scattate le manette. Rispondono, a vario titolo e in posizioni differenti, delle accuse di spaccio, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Per loro, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, è scattata la misura degli arresti domiciliari.