Spara all’impazzata con il fucile ogni volta che suona l’allarme: denunciato 56enne

A segnalare l’inusuale comportamento dell’uomo alcuni vicini di casa, che hanno subito danneggiamenti alle proprie abitazioni

Ogni volta che sentiva suonare l’allarme della sua abitazione prendeva il fucile e sparava all’impazzata per intimidire eventuali ladri. Un comportamento quello di un 56enne di Mugnano, in provincia di Napoli, che ha infastidito i vicini di casa, i quali lo hanno denunciato più volte.

Il mese scorso un uomo di 69 anni si è rivolto alle forze dell’ordine perché i colpi di fucile avevano danneggiato gli infissi di casa e dopo pochi giorni un altro vicino ha presentato la stessa denuncia per danneggiamenti al proprio appartamento.

A quel punto i carabinieri di Mugnano hanno fatto visita al 56enne, indicato dai residenti come possibile responsabile degli spari, e, durante i controlli, si sono accorti che l’uomo possedeva delle armi abusive. Immediatamente è scattata la denuncia per detenzione illegale di munizionamento e danneggiamento aggravato.

Oltre all’arma utilizzata per scoraggiare eventuali malintenzionati, i militari hanno trovato nell’abitazione un fucile Damasco calibro 12, un fucile calibro 12 marca Lorenzotti, un fucile Beretta calibro 12, una pistola “Brigadier” Beretta calibro 9x21 e una pistola Beretta cal. 7,65, tutte detenute legalmente. Insieme alle armi il 56enne aveva anche dei proiettili, non regolarmente denunciati alle autorità e posseduti in maniera illegale.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?