Svaligiano appartamento, presi due rom

Intercettati con la refurtiva sul treno dopo il colpo in centro a Sorrento, arrestati un 14enne e una 18enne residenti in un campo nomadi di Napoli

Avevano razziato gioielli in un appartamento di Sorrento, finiscono in manette sul treno due giovanissimi ladri, uno dei quali ha appena quattordici anni.

I fatti si sono verificati all’interno di un condominio che si trova nel pieno centro cittadino del comune costiero. Tutto è cominciato quando una coppia sorrentina ha fatto rientro a casa e hanno notato due persone che fuggivano, letteralmente, dal loro palazzo. Insospettiti, hanno subito raggiunto la loro abitazione e hanno capito di essere stati “visitati” dai ladri. La porta d’ingresso era forzata e la casa era stata lasciata in completo disordine, messa a soqquadro dalle mani dei malintenzionati. Quasi immediatamente hanno capito che il “colpo” da loro subito era stato pesante. Infatti mancavano all’appello diversi oggetti preziosi e gioielli, il cui valore economico complessivo è stato stimato in circa 15mila euro.

A quel punto ai derubati non è rimasta altra scelta che chiedere l’aiuto delle forze dell’ordine, dando l’allarme al numero d’emergenza del 112. Ai carabinieri della compagnia sorrentina che subito si sono recati sul posto “visitato” dai ladri, i padroni di casa hanno spiegato tutto quanto era accaduto. E si sono ricordati di quelle due persone che, trafelate, avevano lasciato il palazzo proprio mentre loro stavano rientrando.

La descrizione dei ladri è stata utilissima a indirizzare le indagini. Alcuni passanti hanno suggerito ai carabinieri di cercarli dalle parti della stazione ferroviaria dove erano stati visti dirigersi in tutta fretta. Così i carabinieri hanno raggiunto lo scalo e li hanno individuato all’interno di un treno in partenza. I due ladri, si tratta di una ragazza di diciotto anni e di un minorenne di 14 anni, entrambi risultati residenti in un campo nomadi di Napoli, hanno provato a nascondersi tra la folla. I loro sforzi, però, sono risultati vani. I due giovani sono stati bloccati dai carabinieri e sottoposti alle perquisizioni del caso. Che hanno dimostrato il loro coinvolgimento nell’episodio consumatosi poco prima in città. In tasca avevano chiavi e giraviti e, nascosta all’interno di una calza, i carabinieri hanno rinvenuto tutta la refurtiva, gioielli, preziosi e oro, involata nell’appartamento.

Per i due è scattato l’arresto. Dopo le formalità di rito, la 18enne è stata trasferita al regime degli arresti domiciliari mentre il 14enne è stato accompagnato al centro di prima accoglienza per minori di Napoli. Entrambi dovranno rispondere dell’accusa di furto aggravato in abitazione.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti

florio

Mar, 19/11/2019 - 10:40

Tempo due ore e sono fuori, uno minorenne, l'altra una giovane ragazza, che volete mai, è il loro modus operandi, non possono cambiare, siamo noi che dobbiamo adeguarci e capire, rubano per gioco, se la pensi diversamente sei un pericoloso fassista, razzista.

MEFEL68

Mar, 19/11/2019 - 11:19

Condivido in tutto quanto ha scritto florio. Se le cose vanno così sappiamo a chi attribuire la colpa.

ray89

Mar, 19/11/2019 - 11:32

Devono decidersi a cambiare le leggi, altrimenti continueranno così. E questo anche abbassando la soglia della minore età, sotto la quale restano impuniti anche per delitti più gravi del furto. Ma nessun partito, Lega compresa, ha mai voluto proporlo. Perché? Altrimenti sono solo lamentele inutili.

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 19/11/2019 - 12:10

Florio, parole sacrosante.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 20/11/2019 - 08:30

Ci pagano la pensione! Lasciateli lavorare in pace