Una tonnellata di hashish sequestrata a Pozzuoli, arrestate tre persone

Su un primo autocarro viaggiavano 836,4 chili di droga coperti da cipolle. Su un secondo c’erano invece 414 kg di sostanze stupefacenti, nascosti sotto quintali di arance

Hanno fermato due autocarri nella zona di Pozzuoli, uno all’altezza di via Campana e l’altro nelle vicinanze dello svincolo della Tangenziale. Il blitz dei carabinieri del comando provinciale di Napoli ha portato al sequestro di una tonnellata e 250 chili di hashish, nascosti otto cipolle e arance.

Le forze dell’ordine hanno arrestato gli autisti dei due camion e un passeggero, tutti incensurati. Si tratta di: Antonio Sciccone, 37enne di Marano, il passeggero che era con lui Sami Bodini, 54enne di origine albanese, residente a Marano, e l’altro autista Salvatore Caccavale, 56enne di Casoria, l’unico camionista vero.

Per loro l’accusa è di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Sul primo autocarro, condotto da Sciccone, accompagnato da Bodini, viaggiavano 836,4 chili di hashish coperti da cipolle. Sul secondo, guidato da Caccavale, c’erano invece 414 kg di hashish, nascosti sotto quintali di arance. I tre uomini sono stati tradotti in carcere.