Altro fallimento per Di Maio: la Whirlpool chiude a Napoli

La decisione del management all'incontro di questa mattina coi sindacati che mette in discussione l'accordo sancito a ottobre. Insorgono i lavoratori, Landini invoca il governo

Whirlpool annuncia la chiusura dello stabilimento di Napoli, a rischio 430 posti di lavoro. Scatta la protesta dei lavoratori e dei sindacati. L’annuncio della cessione è arrivato nella mattinata di oggi durante un vertice tra dirigenti e sindacati per la definizione del piano industriale triennale 2019-21. La notizia è giunta come un fulmine a ciel sereno e ha immediatamente sollevato la protesta dei dipendenti che, in tutt’Italia, sono già pronti allo sciopero.

La posizione espressa dall’azienda è stata quella di affermare di essere intenzionata a procedere alla riconversione del sito produttivo di Napoli e di avviare la procedura per la cessione del ramo d’azienda a una società terza “in grado di garantire la continuità industriale allo stabilimento e massimi livelli occupazionali, al fine di creare le condizioni per un futuro sostenibile del sito napoletano”. Ciò ha determinato lo stop all’incontro al Mise e la reazione veemente dei sindacati che si sono schierati contro la posizione del management.

La Fiom parla, apertamente, di tradimento. “All'incontro di questa mattina, chiesto da tempo dalle organizzazioni sindacali, il management di Whirpool ha annunciato l'intenzione della multinazionale americana di vendere lo stabilimento di Napoli. Solo a ottobre scorso, con un accordo quadro sottoscritto in sede ministeriale, quindi con l'impegno anche del ministro Di Maio, Whirpool aveva dato garanzie di investimenti e salvaguardia dell'occupazione in tutti gli stabilimenti del gruppo". Ma non basta perché secondo la Fiom: “ è inaccettabile che gli impegni presi vengano disattesi in questo modo, a ogni cambio di management. E' necessaria una presa di posizione del governo, co-attore dell'accordo quadro che ad oggi viene messo in discussione dall'azienda. Tutti gli stabilimenti del gruppo si sono fermati, con produzioni bloccate in tutto il gruppo”.

Proprio l’impegno del ministro Di Maio, chiamato di nuovo in causa dai sindacati, risulta essere stato apertamente sconfessato dalla decisione comunicata dall’azienda. A ottobre scorso, infatti, s’era giunti a un’intesa che avrebbe previsto l’investimento di risorse per 250 milioni e il rientro di produzione dalla Polonia. E il vicepremier, attirandosi già allora qualche critica dagli stessi sindacati, aveva esultato sui social: “Ho appena firmato un accordo di cui sono davvero orgoglioso perché rappresenta un cambio di passo per l’Italia. Appena giunti al governo abbiamo iniziato una dura lotta contro le delocalizzazioni. Oggi sta succedendo qualcosa che va oltre: stiamo riportando il lavoro in Italia”.

Ed è proprio sulla (mancata) tenuta dell’accordo che arriva il j’accuse del segretario Cgil Maurizio Landini: “Credo che sia una cosa gravissima anche perché meno di un anno fa è stato fatto accordo al Mise che prevedeva investimenti e il mantenimento di tutto siti produttivi. E' una scelta inaccettabile. Serve risposta immediata. Napoli e il Mezzogiorno hanno già pagato abbastanza ed è necessario che governo intervenga per far cambiare idea alla multinazionale e far rispettare gli accordi".

Tra le voci sindacali si alza la durissima presa di posizione e l'allarme da parte dei vertici campani di Fiom e Cgil: "Whirlpool abbandona Napoli e la Campania per investire al Nord, mettendo a rischio non solo i 420 dipendenti dello stabilimento di via Argine ma l'intero indotto che in Campania, in provincia di Avellino, lavora in esclusiva, facendo così triplicare il numero di chi resterà senza lavoro nè reddito".

Nel frattempo, il Ministero dello Sviluppo Economico ha affermato, in una nota, di aver già provveduto a convocare un tavolo di crisi proprio sulla vertenza relativa al futuro dello stabilimento napoletano dell'azienda. L'incontro è previsto per il prossimo martedì, 4 giugno.

Commenti

killkoms

Ven, 31/05/2019 - 14:57

su mercatone è colpa del precedente esecutivo!

schiacciarayban

Ven, 31/05/2019 - 15:02

Inutile sbraitare, questo capita quando un paese è giudicato inaffidabile dagli investitori. Come fa un'azienda a investire senza avere un minimo di certezze su ciò che avverrà domani in questo paese? Tutto ciò è colpa esclusivaneìmente dell'accoppiata Salvini Di Maio, non ci sono altri colpevoli. Sono loro che hanno fatto terra bruciata in Italia.

schiacciarayban

Ven, 31/05/2019 - 15:04

Mi dispiace moltissimo per i lavoratori, ma tempo che quasi tutti abbiano votato Di Maio, dovevano pensarci prima...

unosolo

Ven, 31/05/2019 - 15:09

ma come prima delle Europee se ne vantava di avere 130 tavoli di lavoro aperti prima delle europee e subito dopo le europee ha riaperto il tavolo del mercatone uno ( che era gia aperto e mai chiuso ) ebbene due fallimenti e centinaia di lavoratori in mezzo alla strada , il reddito di cittadinanza è una distruzione dei posti di lavoro o è un programma per far fallire decine e decine di imprese ? regalare soldi e non aprire al lavoro le aziende scappano nei paradisi dove le tasse sono basse e il lavoratore è pagato bene per quel che fa , poveraccio sto ministro che mai ha creato lavoro,

unosolo

Ven, 31/05/2019 - 15:15

131 tavoli aperti e mai chiusi , a differenza il ministro ha perorato il RDC e le famiglie invece di assistere i lavoratori e le aziende , in fondo se mai hai creato lavoro o sei negato o sei rimasto bamboccione convinto che i genitori devono mantenere i figli per tutta la vita non puoi essere in quel posto anche se prendi stipendi e rimborsi a volontà e nessuno ti fa i conti in tasca come ministro ,

unosolo

Ven, 31/05/2019 - 15:16

sei incompetente a creare lavoro ma altrettanto bravo a non chiudere i tavoli aperti per sviluppo di imprese e posti di lavoro , la TAV come tanti altri lavori fermati per ? chi ti copre su questa scelta sarebbe bello saperlo , forse la vedo male se falliscono un motivo c'è

Boxster65

Ven, 31/05/2019 - 15:17

Grande Giggino, sei un mito!! Ahahahah

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 31/05/2019 - 15:21

Quando c’era il pd al governo le aziende non chiudevano. Balla del secolo. Finché non usciamo dalla ue e riacquistiamo la nostra sovranità saremo in balia di chiunque.

lorenzovan

Ven, 31/05/2019 - 15:23

loro fanno la gara a chi ce l'ha piu' duro..e all'Italia e agli italiani rimane solo piangere lacrime amare..ma se lo sono meritato tutto quello che sta succedendo..hanno dimenticato la lezione degli uomini forti e delle promesse irrealizzabili e hanno ricominciato ad applaudire qualsiasi cavalata basta che arrivi da un balcone..POPOLO INUTILE DESTINATO A SPARIRE SE NON CAMBIA ALLA SVELTA

Ritratto di Walhall

Walhall

Ven, 31/05/2019 - 15:23

@schiacciarayban: Benetton, K Flex, Candy, Stefanel, Embraco, Honeywell, Zoppas, Omsa...senza contare migliaia di aziende medio-piccole, hanno delocalizzato quando al governo non c'erano Salvini e Di Maio. Che l'Italia sia un luogo poco appetibile non c'è dubbio, ma che tutto il male sia ascrivibile esclusivamente all'attuale esecutivo subentrato da circa 1 anno non è propriamente onesto.

steluc

Ven, 31/05/2019 - 15:34

Viene da chiedersi come mai viene chiuso proprio lo stabilimento di Napoli e non quello di Siena o Ancona.

nerinaneri

Ven, 31/05/2019 - 15:37

...fuori dall'euro e chiusi al mercato perchè con la liretta ti sbranano in un secondo...

adal46

Ven, 31/05/2019 - 15:38

Infatti questo esecutivo non centra nulla nella crisi, ma centra con le mancate soluzioni, semmai. E con buona pace, Gad Lerner & C. si rendano conto di essere stati gli artefici delle nostre fortune; probabilmente vorrebbero completarle con un bel default.

no_balls

Ven, 31/05/2019 - 15:38

Quindi se una azienda chiude o delocalizza e colpa di di maio.... Quindi la chiusura delle aziende italiane negli ultimi 30anni e colpa di Berlusconi e del pd.. Chiaro..... Ma quanto siete ridicoli......

lorenzovan

Ven, 31/05/2019 - 15:40

Walhall...1523..verissimo..difatti io non imputo al govermno attuale i disastri vecchi o che provengono dai precedenti governi..-.ma quelli nuovi..!! e a specificare il dilapidare un capitale che sarebbe stato necessario per rilanciare l'economia attraverso piani di sviluppo ferroautosytradale..cponservazione del territorio..sviluppo copertura net..che avrebbe dato lavoro ..invece di sussidi..aumentato il PIL e diminuito conseguientemente il rapporto debito pubblico..comn diminuzione spread e risparmi sugli interessi..Roosewelt applico' questo p+ioano dopo la grande depressione e rilancio' gli USA..Invece i due dell'ave maruia prima hanno paensato a pagare i loro debiti elettorali...e hanno raschiatomil fondo del barile.ORA ARRANGIATEVI

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Ven, 31/05/2019 - 15:46

@ Walhall - Inutile tentare di far aprire gli occhi a chi "schiacciarayban". Questa gente non ha capito ancora che i rayban si indossano per non farsi abbagliare e vederci meglio. Ma, da uno che i rayban li schiaccia, cosa vuoi pretendere?

Ritratto di LongJohn

LongJohn

Ven, 31/05/2019 - 16:06

Altro fallimento di tutto il governo, Salvino compreso

agosvac

Ven, 31/05/2019 - 16:09

Ma cosa ne può capire di Sviluppo economico uno che di economia ne capisce ancora meno di Monti??? Ed anche cosa ne può capire di lavoro uno come Landini che non ha mai lavorato in vita sua???

antonioarezzo

Ven, 31/05/2019 - 16:09

a me Di Maio non piace, per niente ma, scusate la mia ignoranza, cosa c'entra lui se la dirigenza non rispetta gli accordi presi ??

lafinedelmondo

Ven, 31/05/2019 - 16:09

invitiamo altri africani al banchetto del "lavoro che non c'è"..... tutti i sindacati sono scesi in piazza in manifestazioni pro immigrazione

antonioarezzo

Ven, 31/05/2019 - 16:12

ammazzalupi Ven, 31/05/2019 - 15:46 sacrosanto, con certi personaggi non si dovrebbe nemmeno interloquire.

Mogambo

Ven, 31/05/2019 - 16:20

Apperò, l'Italia da prima nazione manifatturiera al mondo che era, è precipitata al livello del Burkina Faso come tasso di disoccupazione, per colpa dell'incompetenza dei governi che hanno preceduto l'attuale, però la colpa è di Di Maio.(???) Io dico NO!!!

Albius50

Ven, 31/05/2019 - 16:23

Anche gli M5S sono ammalati come gli anziani perdono la memoria, peccato che TRUMP LI AVEVA AVVERTITI DI NON FARE ACCORDI COI CINESI.

Cheyenne

Ven, 31/05/2019 - 16:28

cacciare di maio da tutte le cariche e andare ad elezioni

TitoPullo

Ven, 31/05/2019 - 16:41

MA PENSATE CHE QUESTO "BIBIBTARO" DILETTANTE ABBIA UNA PALLIDA IDEA DI DOVE SI MUOVA E DI COSA STIA FACENDO?? AHAHAHAHAHAHAHA !!

flip

Ven, 31/05/2019 - 16:46

mom c'è il due senza il tre! mercatone uno...wirpool e...... ministro dello sviluppo (sic).....che fai collezione di fallimenti?

barbablu1961

Ven, 31/05/2019 - 16:51

Le aziende in Italia non hanno piu' certezze se non quelle di pagare piu' tasse, piu' burocrazia, piu' costi energia, piu' balzelli, piu' corrotti ... ho dimentato qualcosa ... ALLORA SCAPPANO!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 31/05/2019 - 17:12

avete votato per il M5S? bene. allora zitti e non lamentatevi....

Giorgio Rubiu

Ven, 31/05/2019 - 17:19

Di Maio non mi piace e non ha la competenza per ricoprire le cariche che si è accollato. Ma dare la colpa a lui, che è in carica da un anno, delle chiusure di grosse, medie e piccole industrie non è giusto. Questi sono i nodi delle amministrazioni precedenti che giungono al pettine. Queste sono le conseguenze di un sistema fiscale pesante, dell'influenza indebita dei sindacati, dell'inefficienza e lentezza della burocrazia e di una disorganizzazione diffusa. Di Maio, poverino, ha ereditato tutto questo e, nel suo ingenuo entusiasmo, ha creduto di poter risolvere i problemi dell'Italia in 5 anni di legislatura. Illuso, non basteranno 50 anni!

Reip

Ven, 31/05/2019 - 17:22

Piove sempre sul bagnato! Adesso di chi e’ la colpa?

scorpione2

Ven, 31/05/2019 - 17:26

il che guevara italino sta riportando il paese allo sbando, INTERVENITE O SARA' MOLTO GRAVE.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 31/05/2019 - 17:30

Se e sottolineo il se, negli ultimi 15 anni,chi governava l'Italia avesse iniziato a pensare agli Italiani, invece che agli ALTRI che hanno chiamato RISORSE!!! Ed avessero investito quella ventina di miliardi inutilmente spesi, per TRAGHETTARE con le navi della marina centinaia di migliaia di NULLAFACENTI, utilizandoli per ridurre in primis L'IRAP (imposta rapina messa da Prodi) che le aziende sono state costrette a pagare in base la nimero dei dipendenti, forse non si sarebbe arrivati a questo punto. Se Aldo e Beppe Fumagalli che ho visto nascere, non avessero avuto di questi problemi, probabilmente la CANDY (qui citata) e tutte le altre, sarebbero ancora in "mani" Italiane. Ma del senno di poi ecc ecc. Tutti bravi ora a dare la colpa a Di Maio e a Salvini VEROOO schiaccia!!!!!jajajajajajaja.

gianni59

Ven, 31/05/2019 - 17:38

Che c'entra Di Maio...a parte che è il governo che tratta, e mi sembra ci sia anche Salvini (o a lui spettano solo i meriti, tipo "abbiamo vinto, hanno perso", del calcio!)...ma pensate che un governo possa fermare una multinazionale che se ne vuole andare? Al massimo (e precedentemente non l'hanno fatto) può dargli soldi solo con patti molto vincolanti

Ritratto di marione1944

marione1944

Ven, 31/05/2019 - 17:41

Con tasse al 70% quale azienda non scappa? FIAT docet.

Robdx

Ven, 31/05/2019 - 17:58

Anche oggi schiaccia ha dovuto scrivere la sua scemenza,che peccato arriva il week-end e non potrò leggere le sue “perle”

Robdx

Ven, 31/05/2019 - 18:04

Per non parlare di lorenzovan che pensa di far crescere un paese con le “opere pubbliche” che non sono altro che un magna magna specialmente al sud. Si cresce riportando le aziende in Italia incentivandole con tassazioni basse(Fiat tax),investendo sull’istruzione e le nuove tecnologie

Trefebbraio

Ven, 31/05/2019 - 18:06

Dispiace, ma in Whirlpool comandano i vertici Whirlpool. Siamo in campo aziendale, dove vincono i profitti, contano gli utili e qui l'ultima riga a destra determina lo spostamento di interessi da una parte all'altra del globo. Le aziende internazionali non guardano in faccia nessuno, non concludono accordi a loro svantaggio, non assumono persone che non gli servono e non lavorano in ambienti che non gradiscono. Investono dove serve, quando serve e trattano solo se conviene, fanno piani di investimento, portano lavoro e occupazione dove vedono un immediato vantaggio, per loro. Con buona pace dei lavoratori e dei sindacati. In Italia non c'è buona cultura del lavoro ma tanta strumentalizzazione sindacale.

ziobeppe1951

Ven, 31/05/2019 - 18:06

Ssscccorpione2....il che guevara sarebbe il tuo compaesano?

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 31/05/2019 - 18:21

Scopone carissimo 17e26. Tuo figlio invece e andato in Australia col gommone e lo hanno mantenuto per 3 anni gli Australiani VEROOOO!!!!jajajajaja

maxfan74

Ven, 31/05/2019 - 18:23

Troppi incarichi e poche capacità, non è cosi che si governa.

Gianca59

Ven, 31/05/2019 - 18:26

U fallimento ? Perché abbiamo qualche predecessore che è riuscito a far cambiare idea ad un' azienda se non mettendo sul tavolo un assegno da milioni di euro/miliardi di lire, con il risultato di avere 2400 miliardi di euro di debito pubblico ?

Yossi0

Ven, 31/05/2019 - 18:51

Le acciaierie dovevano diventare un giardino ... e gli operai ? Giardinieri o vivere con il famoso reddito di cittadinanza ? Il mercatone uno ? Chissà.... ora la whirlpool .... domani ? Se costoro non se ne vanno « stamo freschi »

nerinaneri

Ven, 31/05/2019 - 19:25

Robdx: tu però sei minus forte...

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 31/05/2019 - 20:46

Grande Di Maio ! però, volendo vederci bene, non troppo grande ..... non è ancora riuscito a fare chiudere l'ILVA !!!!!

nunavut

Ven, 31/05/2019 - 21:46

@ schiacciarayban 15:02 vedi che pure Landini e la sua politica sono invisi alle ditte soprattutto alle multinazionali, non pensare che tutti siano degli imbelli di primo pelo e che pensino che appena salvini arriva loro si svegliano all'improvviso,questa decisione si é maturata su un lungo periodo(anni).

nunavut

Ven, 31/05/2019 - 22:02

@ Giorgio rubiu 17:19 Fuori contesto. Il suo commento nei miei confronti sul filamto della vecchietta e Salvini. Misono preso il disturbo di rivisioanare il filmato con pieno schermo e devo ammettere che ho preso una cantonata,la vecchietta verso la fine del filamto quando si vedeva quasi solo la sua testa ha rivolto la parola a Salvini,non fu mia intenzione di diffondere una falsa informazione,quando sbaglio non mi sottraggo alle scuse dovute,NON SONO COMUNISTA ANZI TUTT'ALTRO,sono una persona che aiuta chi ha veramente bisogno ma aborro il parassitismo istituzionalizzato. La saluto,ho apprezzato il suo commento educato non certo quello dell'altro commentatore (Roseg)che si é accontento di un insulto gratuito.

lorenzovan

Ven, 31/05/2019 - 22:29

robdx..".si cresce riportando le aziende in italia.."..ecco basta questo rigo per capire quanto tu sia distante dalla realta' giornaliera italiana...vivi nelle giungla amazzonica?

AngeloErice

Ven, 31/05/2019 - 22:35

Trefebbraio 18:06 - Ma certo, le cose funzionano proprio cosi. Ma c'è ancora gente che crede che il lavoro lo debba dare o creare il governo... Oppure "intrappolare" le aziende perché non possano andare dove vogliono. Cretinaggini. Inguaiano solo i piccoli commercianti e le piccole imprese. Inoltre, una multinazionale che vorrebbe impiantirsi, prima manda degli avvocati per sapere che aria tira... Se le leggi, appunto, ne limitano le decisioni è certo che si impiantano altrove.

provenzale01

Sab, 01/06/2019 - 00:08

Whirlpool sta chiudendo anche in Francia esattamente come in Italia . Sia noi che la Francia siamo un paese con un costo del lavoro troppo alto ma anche se dimezzassimo il costo per operaio saremmo ancora molto piu' cari di Romania, Polonia, Slovacchia , etc. . Comunque se la gente evitasse di comprare poi i marchi che hanno delocalizzato forse queste multinazionali ci penserebbero un po' prima di andare via . Poi per quanto riguarda le "nostre" aziende del settore ( non piu' nostre ) quali Ariston, Candy beh dovrebbero fare prodotti un po' piu' decenti sicuramente . Dovremmo reimparare a fare industria in poche parole

antipifferaio

Sab, 01/06/2019 - 08:22

Ministro della disoccupazione e del regresso economico...Finora ha prodotto più disoccupati (e disperati), che lavoro...Quando se ne andrà sarà sempre tardi.

Ritratto di guga

guga

Sab, 01/06/2019 - 11:31

Hernando 45, Bentornato.