Nasce il nuovo format per l'arte contemporamnea, Artemporary

Laura Teso ha creato con il contributo di illustri nomi della milano cultirale un nuovo olo per l'arte

Nato per divulgare attraverso "action" contemporanee in location mirate, il nuovo format di arte moderna e contemporanea, punta sulal divulgazione delle opere d'arte degli artisti più espressivi del Novecento, con l'obiettivo di avvicinare e informare appassionati dell'arte, collezionisti, studiosi e naturalmente anche curiosi.
Ad occuparsene è stato lo Studio di Laura Maria Morino ideando un evento ad hoc a Palazzo Visconti, creando un percorso suggestivo ideato da Fabio Rotella, dove l'astrattismo e la modernità riescono a conciliarsi con l'antica preziosa cornice del palazzo milanese.
Tra le principali opere esposte, quelle degli esponenti della Transavanguardia, da Sandro Chia a Mimmo Pladino, dalla Pop Art di Mario Schifanoe Andy Warhol, dalla Body Art di Dennis Oppenheim fino alla Street Art di Shepard Fairey. Presente anche l'opera "Scoppierà" della giovane artista milanese Clarissa Campironi con cui ha vinto il primo Premio all'IMAF Festival. L'artista è abile nell'utilizzare l'antica tecnica della fusaggine con dita su tavola di legno e non è un caso se proprio questa opera verrà esposta alla prossima edizione della Biennale di Venezia.
Un'impresa realizzata a cavallo tra passione per l'arte e l'esperienza pluriennale di tutto lo staff di Artemporary: se vogliamo fare dei nomi, l'ideatore è Luca Giglio e la curatrice Virginia Cuccaro che, hanno saputo mettere a frutto il rapporto diretto intrapreso da Giglio Arte in diversi anni di esperienza lavorativa con artisti viventi e con fondazioni e archivi privati.
Questa nuova iniziativa non ha voluto dimenticare la ricerca nel campo dei tumori, in quanto Artemporary sosterrà per tutto il 2011 il Tour con borse di studio per la ricerca e divulgando anche attraverso la Fondazione Umberto Veronesi il rapporto tra cultura, informazione e medicina.
Tra i numerosi ospiti della serata a sostegno della nuova impresa invitati da Laura Morino Teso, oltre a Giulia Veronesi, volti noti come Canio Mazzaro, Mario Armellini con la moglie Armida, l'avvocato Annamaria Bernardini De Pace, Fabrizio Caprotti, Guido Artum, Adriano Teso; per la moda erano presenti Leonardo Ferragamo, Simonetta Ravizza, Raffaella Curiel; per l'arte Carla Tolomeo e Alessandro Algardi, mentre per lo spettacolo e televisione, Gabriella Golia, Alessandra Ventura, Giorgia Wurth e Alex Pacifico. Tra il jet-set con il cuore in mano, Marinella Di Capua, Gabriella Dompè, Donata Berger, Cristina Buccellati, Alessandra Ferrè e il Principe Maurizio Paternò.