Nasce a Potenza la palestra della creatività e dell'innovazione

L'idea è quella di costruire un luogo ove sia possibile allenare la mente e sostenerla nella ideazione e progettazione di creazioni varie.

La "Palestra della creatività e dell'innovazione" nasce a Potenza coerentemente con le finalità della Commissione Europea e basa le sue azioni sulle indicate attività strategiche. Per questo l'iniziativa è inserita nel calendario degli eventi nazionali sulla creatività (www.create2009-italia.it).
La Palestra ha l'ambizione di allenare le menti di giovani laureati, inoccupati, docenti, manager e dipendenti di P.A. per rispondere alle sfide della competizione globale e della trasformazione del mercato locale.
La Palestra ospita l'organizzazione di veri e propri corsi orientati allo sviluppo di attività mentali, creative, di consolidamento del pensiero e della conoscenza.
Si tratta di un vero e proprio ambiente per fitness e ginnastica, con l'unica differenza che l'organo ad essere sollecitato è il "cervello".
L'idea è quella di costruire un luogo ove sia possibile allenare la mente e sostenerla nella ideazione e progettazione di creazioni varie.
"Se c'è un momento nel quale diventa vitale puntare sull'innovazione è proprio quello di crisi perché è con le buone idee che si può dare nuovo slancio all'economia- afferma Vincenzo Fierro ideatore della Palestra- "Per questo la crisi finanziaria che serpeggia in questi giorni, può (e deve) rivelarsi un'opportunità e un'occasione di stimolo. Nella nostra regione il momento è ancor più critico perché sconta uno storico ritardo rispetto alle altri grandi economie in termini di rinnovamento dei metodi e degli strumenti che governano l'economia, le imprese, il mercato". "A questo aggiungiamo che le nostre amministrazioni non si contraddistinguono per politiche e iniziative tese a valorizzare e attrarre giovani talenti e professionalità di "casa nostra" al di fuori di qualche sporadica proposta privata. C'è poco spazio per l' immaginazione, scarsa propensione ad aprirsi a idee e progetti innovativi, poca passione e condivisione.
La nostra iniziativa, ci offre anche l'occasione per ritornare a parlare della nostra città che trovasi, come altre, di fronte ad una importante stagione di riflessione sul proprio sviluppo e sulle scelte da compiere in un futuro prossimo e sul ruolo dei giovani professionalizzati a cui vanno concesse e permesse maggiori occasioni per esprimere i propri talenti e le proprie attitudini. Investire nella creatività, nella comunicazione e nell'innovazione è un impegno a cui chiamiamo gli enti del territorio a farsi carico seriamente se davvero si vuole restare almeno teoricamente agganciati al locomotore della crescita".
La palestra rivolge le sue attività soprattutto a laureandi e laureati (in particolare scienze della comunicazione, architettura, ingegneria, marketing, designer, economia, psicologia, informatica) ma anche a docenti, impiegati, pubblici decisori, imprenditori, dirigenti di enti, aziende ecc..
Nelle finalità del progetto, la formazione di un "creativo" capace di produrre dei brevetti innovativi da vendere al mercato della P.A., ai privati, alle aziende, (Es. nel turismo, nei servizi pubblici, nei processi produttivi, nel mondo della comunicazione, dell'assistenza, nell'istruzione, ecc...).
Si parte giovedì 12 novembre con il workshop su Sistemi dinamici e creatività, interviene il prof. Alessandro Antonietti Professore di psicologia cognitiva applicata e di psicologia delle life skills presso l'Università Cattolica di Milano. Il programma completo e le modalità di iscrizione sono reperibili sul sito www.circoloangillavecchia.it.
Patrocinano l'iniziativa la Provincia di Potenza, l'Università degli Studi della Basilicata, l'Ufficio Scolastico Regionale, Istituto per le Politiche dell'Innovazione, Confcomunicazione, Banca Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e Laurino.