Nissan e l'idea vincente dell'auto «crossover»

Da Qashqai a X-Trail passando per il compatto Juke, una gamma completa. Che evolve sempre

Piero Evangelisti

Dieci anni fa il panorama automobilistico, prima europeo e poi globale, è cambiato. Agli inizi di ottobre del 2006, al Mondial de l'Auto di Parigi debuttò infatti Nissan Qashqai, nome ostico, ma rapidamente divenuto familiare agli automobilisti, per un'auto decisamente unica, il primo crossover in assoluto che sarebbe sceso in strada dopo pochi mesi. «Sì, la storia dei crossover inizia in quei giorni commenta Bruno Mattucci, ad di Nissan Italia con Qashqai, una vettura pensata per soddisfare gusti ed esigenze dei clienti europei, che ha riscosso da subito grande successo, grazie al suo stile e all'idea rivoluzionaria di offrire in una sola vettura la possibilità di vivere in sicurezza e comfort l'ambiente urbano ed extraurbano. Un incrocio tra una berlina di segmento C e un Suv, che ha lasciato un segno indelebile nel mondo dell'auto. Oggi, a distanza di dieci anni prosegue Mattucci - il segmento dei crossover è cresciuto ed è affollato da tanti competitor, eppure Nissan Qashqai si difende bene, con vendite che continuano a crescere. Dobbiamo anche dire che, nel frattempo, la famiglia dei crossover Nissan è aumentata e oggi, grazie a Juke, Qashqai e X-Trail, possiamo offrire una gamma completa per ogni esigenza dei nostri clienti»,

Proprio una bella famiglia, quella di cui ci parla Mattucci, e anche vivace, dove ci sono sempre novità, come la più recente versione di X-Trail equipaggiata di un inedito 2 litri diesel di maggiore capacità e potenza per dare ulteriore prestigio all'ammiraglia del segmento. Dotato di una potenza di 177 cv con una bella coppia di 380 Nm, questo propulsore offre una trazione eccellente a tutti i regimi e presenta un incremento di potenza significativo rispetto all'attuale motore diesel da 1.6 litri e 130 cavalli.

Altra novità assoluta è l'introduzione del cambio automatico Xtronic CVT abbinato alla trasmissione 4WD, una combinazione che va ad aggiungersi a quelle con cambio manuale a sei rapporti e 4WD e trasmissione Xtronic CVT con 2WD, e che permette a Nissan di allargare la propria presenza sul mercato dei Suv di taglia grande, esaltando l'appeal di X-Trail. Il top di gamma Nissan diventa il compagno ideale delle famiglie che vogliono vivere avventure ancora più avvincenti, con cinque o sette posti, spazio di carico ai vertici della categoria, ampi e funzionali vani portaoggetti e un'ottima capacità di traino. Guillaume Cartier, senior vice president Sales & Marketing di Nissan Europa ha commentato: «Nissan X-Trail è un crossover concepito per soddisfare al meglio le esigenze dei clienti, e poi grazie alla trazione integrale abbinata per la prima volta al cambio automatico, la gamma si rafforza ulteriormente con un'interessante evoluzione della versione diesel da 1.6 litri, che già riscuote un ottimo successo».

Tra i punti di forza di X-Trail c'è sempre la ricca dotazione di dispositivi di sicurezza, un terreno dove Nissan viaggia in deciso anticipo sulla maggior parte dei concorrenti. «Sono molte le tecnologie a bordo delle nostre vetture, a esclusivo vantaggio del comfort e della sicurezza: l'avviso di cambio corsia Involontario, il monitor a visione panoramica (Around View Monitor), il sistema di copertura degli angoli ciechi, la frenata di emergenza e il riconoscimento della segnaletica stradale sono solo una parte della infrastruttura tecnologica dei sistemi di guida autonoma di prossima generazione spiega Mattucci - la visione Nissan di mobilità del futuro, del resto, è fatta di zero emissioni e zero incidenti fatali e per questo il progetto di Mobilità Elettrica e quello di Guida Autonoma rappresentano due pilastri fondamentali dei piani di Nissan a livello globale».