Nola, filmano stupro e lo ricattano: due arresti

Costringono la vittima della loro
rapina ad un rapporto sessuale e poi lo ricattano minacciando la
diffusione di un filmato del fatto realizzato attraverso un
telefonino. Arrestati a Nola due rapinatori: sono accusati anche di un altro
colpo

Nola - Costringono la vittima della loro rapina ad un rapporto sessuale e poi lo ricattano minacciando la diffusione di un filmato del fatto realizzato attraverso un telefonino. Due rapinatori sono stati fermati dai carabinieri del nucleo operativo di Nola (in provincia di Napoli): sono accusati anche di un colpo anche ai danni di altre due persone.

La violenza e il racatto P. F., di 19 anni e S. C., di 36, residenti rispettivamente a Nola e Casamarciano, dopo aver aggredito un uomo di 30 anni di Saviano, sempre nel Nolano, mentre si trovava da solo fermo in auto in una zona isolata di piazza d’Armi, a Nola, lo hanno costretto a subire un rapporto sessuale riprendendo tutto con il videofonino. Dopo essersi portati via l’orologio, il telefonino, il portafogli e 50 euro gli hanno intimato di consegnare il giorno dopo mille euro in contanti minacciando la diffusione delle immagini registrate. I due si erano infine allontanati esplodendo in aria un colpo d’arma da fuoco. L’uomo ha denunciato tutto ai carabinieri, senza pagare dunque la cifra richiesta. Nei confronti dei due anche l’accusa di aver aggredito e rapinato, in un’altra circostanza, due uomini fermi in auto.