Non è morale l’accanimento dei Giuliani contro Placanica

Se di mezzo non ci fossero un ragazzo morto, una città devastata, un intero quartiere - la Foce! - in ginocchio, la richiesta dei danni che la famiglia Giuliani ha rivolto a Placanica - invalido, disoccupato e massacrato per anni dai media e dall'opinione pubblica -, potrebbe sembrare la degna conclusione di una commedia buffa o di una farsa teatrale….
Ma per chi, abitando alla Foce, ha subìto il G8 sulla propria pelle, ha patito i danni alle auto, ai negozi, agli uffici ed ai palazzi, non può che rimanere, oltre che giustamente indignato, addirittura esterrefatto. Francamente, come amministratori della Circoscrizione Medio Levante pensavamo di aver visto tutto e il contrario di tutto: evidentemente, però, non era così.
Mettiamo pure di credere che, come asserito Heidi e Giuliano Giuliani, si sia trattato solo di un atto formale e «dovuto» per impedire la prescrizione e che i soldi non interessino: il problema è un altro. Non è tanto - e solo! - una questione «soldi sì/soldi no» ad essere in ballo, quanto un vero e proprio problema morale relativo al puro e semplice capovolgimento della (...)