Obama non va alle nozze di Chelsea "I Clinton non mi hanno invitato"

Il gran giorno sarà il 31 luglio. Obama scherza: "Due presidenti a un matrimonio! Pensate a tutti
i problemi di sicurezza"

Washington - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama non è stato invitato al matrimonio di Chelsea Clinton, la figlia di Bill e Hilary, in programma il prossimo 31 luglio. A rivelarlo è lo stesso inquilino della Casa Bianca ieri, nel corso della registrazione della trasmissione televisiva The view sul canale Msnbc.

Nessun invito per Obama "Non sono stato invitato - ha raccontato Obama a The view - Hillary e Bill, giustamente, vogliono mantenere la cosa per Chelsea e il suo futuro marito. Probabilmente neqnche loro saranno invitati ai matrimoni di Sasha e Malia". Poi Obama, scherzando, ha affermato: "Due presidenti a un matrimonio! Pensate a tutti problemi di sicurezza, a quello a cui gli ospiti sarebbero sottoposti".

Il mea culpa del suocero Il futuro suocero di Chelsea Clinton, Ed Mezvinsky, fa mea culpa per il suo passato "criminale". "Ho molti rimorsi per quanto accaduto", spiega alla Cbs il padre di Marc Mezvinski, il giovane uomo d’affari che il 31 luglio sposerà la figlia di Bill e Hillary Clinton. Mezvinsky, un ex deputato, è stato condannato nel 2003 per frode e ha trascorso quattro anni in carcere, da dove è uscito nella primavera 2008. "E' stato un periodo terribile. Rispetto e accetto la responsabilità per quanto accaduto e sto cercando di andare avanti e ringrazio di avere l’opportunità per farlo". Mezvinsky ha detto che sta cercando di recuperare il rapporto con la sua famiglia e di costruirne uno con i Clinton, che sono "due persone fantastiche e hanno rispetto per la famiglia".