Obama raccontato su un libro-internet

Mauro Della Porta Raffo fa il punto sulla presidenza Usa nel suo ultimo libro che esce in una veste insolita
quanto avveniristica fa : un libro elettronico scaricabile gratuitamente
sul sito dell’editore Ares all'indirizzo
<a href="http://www.ares.mi.it/index.php?pagina=evento&id=193" target="_blank"><strong>http://www.ares.mi.it/index.php?pagina=evento&id=193</strong></a>

Mauro Della Porta Raffo è uno dei pochi giornalisti italiani che conosce l’America quasi meglio dell’Italia. Non l’America di strada, ovviamente, ma quella del palazzo, delle istituzioni. Non gli sfugge assolutamente nulla, non a caso lo chiamano il «gran pignolo». Date, circostanze, aneddoti: sa tutto, ma proprio tutto. E da anni, a ogni elezione, racconta, da par suo, la lunga corsa elettorale, che inizia tra gennaio e febbraio e finisce ai primi di novembre.

Mauro della Porta Raffo, ovviamente, non si limita alla cronaca, ma offre al lettore, spesso divertendolo, talvolta indignandolo, i suoi salaci commenti. E’, ad esempio, uno dei pochi commentatori che non incensa John Fitzgerlad Kennedy, ritenendo il successore Lyndon Johnson molto più bravo di lui e il suo cuore non si scalda nemmeno per Barack Obama.

In questi giorni cade l’anniversario dell’elezione del primo presidente afroamericano della storia degli Usa, che in realtà non coincide con il primo anno alla Casa Bianca, considerato che il mandato è iniziato il 20 gennaio 2009. Ma è una di quelle ricorrenze che servono per fare il punto della situazione e, a mente fredda, ripercorrere l’ascesa di Obama, come fa Della Porta Raffo, nel suo ultimo libro che esce in una veste insolita quanto avveniristica: un libro elettronico scaricabile gratuitamente sul sito dell’editore Ares a questo indirizzo: http://www.ares.mi.it/index.php?pagina=evento&id=193 .

Il saggio raccoglie gli articoli usciti dal gennaio 2008 fino a pochi giorni fa ed è introdotto da alcuni capitoli, in cui si spiega come funzionano le isitituzioni americane e si ricorda chi sono stati i presidenti americani. Poi inizia la narrazione, appassionata, della campagna elettorale, fino ai primi mesi di Obama al potere. Un libro da leggere e da conservare nella memoria del computer per continuare a capire, davvero, la politica americana.