Oggi l’ultimo saluto all’ex ministro Gnutti

Si svolgeranno oggi pomeriggio, a Brescia, i funerali dell’ex ministro dell’Industria Vito Gnutti (nella foto), morto sabato all’Ospedale civile, a 69 anni, dopo una lunga malattia. Ingegnere e imprenditore, è stato un esponente di punta della Lega Nord sino al 1999, quando si consumò la sua rottura con Umberto Bossi. In Parlamento dal 1992, Gnutti ha avuto la delega all’Industria nel primo governo Berlusconi, nel 1994. Nel ’99 la rottura con Bossi e l’espulsione dal Carroccio. Passato poi all’Ape e a Democrazia europea - della quale è stato anche presidente - era scomparso da tempo dalla vita politica. Una delle sue ultime apparizioni pubbliche nell’agone politico, nel 2002, con la candidatura alla presidenza della Provincia di Varese.
Cordoglio per la scomparsa di Vito Gnutti è stato espresso dal ministro dell’Interno Roberto Maroni, che «molto rattristato», ha inviato un telegramma di condoglianze ai familiari. Addolorato per la scomparsa di Gnutti anche il ministro per l’Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi, che ha ricordato il Vito Gnutti «uomo del Nord che tanto amava e per cui tante battaglie ha fatto all’interno della Lega» e il Vito Gnutti uomo e ministro: «Era una persona perbene, un politico onesto e un ministro competente».