Omicidio nel Nuorese: ucciso sull'uscio di casa

Appena ha aperto la porta di casa è stato raggiunto alla testa da una fucilata. E' morto così, alla periferia di Dorgali, il 38enne operaio forestale Francesco Patteri

Nuoro – Un operaio forestale è stato ucciso questa mattina con una fucilata alla testa. Il fatto di sangue è avvenuto a Dorgali, sulla costa centro orientale dell’isola. La pallottola ha colpito Francesco Patteri tra il collo e la spalla. È riuscito a fare qualche passo, mentre l’assassino si allontanava, ma poi è stramazzato al suolo a poche decine di metri dalla sua abitazione. Sul luogo sono intervenuti il medico legale ed i carabinieri della Compagnia di Siniscola e di Dorgali. Quando è stato ucciso Patteri, 38 anni, stava uscendo da casa, poco distante dalla zona industriale di Iriai. Si tratta del dodicesimo omicidio in Sardegna dall’inizio dell’anno.

Trovato da un collega Patteri è stato trovato alle 6.30 di stamani, ormai morto, da un collega con il quale aveva appuntamento per andare a lavoro. I carabinieri del comando provinciale e della compagnia di Siniscola hanno convocato alcune persone in caserma che vengono sentite per acquisire elementi utili alle indagini. 

Il precedente L’omicidio ricorda per modalità l’agguato di cui il 23 settembre scorso è rimasto vittima un giovane di Ilbono (Ogliastra), Daniele Piroddi, 24 anni, freddato con fucilate a pallettoni al volto sulla porta di casa mentre rincasava. La Squadra mobile di Nuoro ha arrestato un uomo di Tortolì, Rossano Selenu di 39 anni, ritenuto responsabile dell’omicidio per ragioni di droga.