Omicidio Scazzi, indagata anche la zia Cosima

La moglie di Michele Misseri ha ricevuto un avviso di garanzia per concorso in
omicidio, sequestro di persona e soppressione del cadavere

Taranto - L’avvocato Franco De Jaco, legale di Cosima Serrano, ha reso noto a Chi l’ha visto? che la sua assistita ha ricevuto un avviso di garanzia per "concorso in omicidio, sequestro di persona e soppressione di cadavere" di Sarah Scazzi. "E' un atto dovuto in riferimento alle perizie genetiche in programma il 25 maggio", ha spiegato l’avvocato della moglie di Michele Misseri e madre di Sabrina.

Si compara il dna di sei persone Le consulenze genetiche previste per il 25 maggio sono state chieste ai Ris dalla procura di Taranto per esaminare e comparare i Dna di Michele e Sabrina Misseri, in carcere dall’autunno scorso per l’uccisione di Sarah Scazzi, e anche i Dna di Cosima Serrano (madre di Sabrina), del fratello di Miche, Carmine Misseri, di suo nipote Cosimo Cosma e di Ivano Russo, amico di Sabrina e di Sarah. Carmine Misseri e Cosimo Cosma sono già indagati per concorso in soppressione di cadavere e per questo vennero arrestati nel febbraio scorso e scarcerati dopo circa un mese per disposizione del tribunale del riesame.