Ora Famiglia cristiana difende pure Santoro: è un nuovo editto bulgaro di Berlusconi

Per il settimanale di Don Sciortino, il divorzio tra la Rai e Santoro è un "nuovo editto bulgaro" del premier. Berlusconi voleva far saltare Annozero e "ce l'ha fatta"

Un "nuovo editto bulgaro". Così Famiglia Cristiana, in un editoriale online, definisce l’addio di Michele Santoro alla Rai. "È probabile che Berlusconi rimpianga di non essersi morso la lingua quando ha minacciato di portare il caso Santoro in Parlamento - scrive Giorgio Vecchiato -. Adesso Santoro se ne va dalla Rai, si assicura che è un divorzio consensuale, si tengono conferenze esplicative. Risulterà magari che sono tutti contenti, compreso il conduttore che per Enrico Mentana ha già un piede dentro La7. Ma quali che siano i dettagli di contorno, si sa che l’uomo della strada guarda alla sostanza dei fatti. E per chi va al sodo la sostanza è questa: Berlusconi ha emesso un nuovo editto bulgaro, Santoro e Annozero "sono immediatamente saltati".

Secondo Famiglia Cristiana, per cui comunque "il contenzioso su Santoro era durato fin troppo" ed è finita "quella che era una palese anomalia aziendale", "non si può sfuggire alla sensazione che sia stato Berlusconi ad averla vinta. Voleva sloggiare l’inimico, e ce l’ha fatta".