Padova, lite in strada, spray e pugni contro agenti: preso magrebino

Lo straniero, personaggio già noto alle forze dell'ordine per una lunga serie di precedenti, ha reagito in malo modo alla presenza dei poliziotti, prima attaccati con uno spray urticante, poi presi a pugni e calci al momento del fermo: 8 giorni di prognosi per 2 agenti

Dovrà rispondere dell'accusa di lesioni aggravate, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale il 29enne marocchino arrestato lo scorso giovedì pomeriggio dagli uomini della questura di Padova.

A finire in manette è Kadour Kirifi, straniero senza fissa dimora e con una lunga lista di precedenti alle spalle. Quest'ultimo, che si trovava in sella ad una bicicletta in via Antonio da Murano, è stato notato dagli agenti della Squadra mobile di Padova mentre litigava in modo decisamente animato con un automobilista. La discussione, nata per una banale precedenza, ha assunto in breve dei toni esasperati, talmente tanto da persuadere i poliziotti impegnati in un'operazione di pattugliamento ad intervenire.

Quando Kirifi si è reso conto della presenza degli uomini in divisa, nel tentativo di evitare un eventuale controllo e fuggire rapidamente dal posto, ha reagito spruzzando contro di loro dello spray al peperoncino.

È nato così un breve inseguimento per le vie del quartiere dell'Arcella, concluso anche grazie al supporto di una seconda volante intervenuta sul posto in soccorso dei colleghi in difficoltà. Per nulla intenzionato ad arrendersi, tuttavia, il marocchino si è divincolato dalla presa dei poliziotti, arrivando ad aggredirli con violenti calci e pugni.

Finito in manette, lo straniero ha continuato a rivolgere minacce ed improperi nei confronti degli agenti, che lo hanno condotto negli uffici della questura per le consuete operazioni di identificazione.

Due degli uomini in divisa aggrediti hanno riportato delle ferite, curate dal personale sanitario del pronto soccorso. Per entrambi è stata determinata una prognosi di 8 giorni.

Commenti

vince50

Sab, 29/06/2019 - 16:34

Lunga serie di precedenti,inutile aggiungere altro.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 29/06/2019 - 16:57

Quando li sbattiamo fuori dal paese?

bruco52

Sab, 29/06/2019 - 17:03

gli stranieri si sentono ormai immuni da tutte le leggi, in un paese dove la sinistra e i parlamentari comunisti danno appoggio e solidarietà a chi commette reati, come accade a Lampedusa, perché "per necessità si può violare la legge...", perciò cosa importa ad uno straniero di rispettare questo paese, le sue leggi e le forze dell'ordine......

venco

Sab, 29/06/2019 - 17:05

Normale, i migranti sono quasi tutti profughi, profughi delle carceri africane sappiate, e dai loro paesi islamici li cacciano in Italia

01Claude45

Sab, 29/06/2019 - 17:12

Bisogna fare come al suo paese: in cella per 6 mesi e, dopo la colazione, pranzo e cena, 1/2 di legnate. Alla fine chiederà il rimpatrio da accordare caricandolo su un aereo della sua compagnia di bandiera.

TitoPullo

Sab, 29/06/2019 - 17:16

Se ha tutti questi precedenti cosa ci fa in giro ancora in Italia?? Ma avete mai visto come reagisce la Guardia Civil a Melilla tutte le volte che i clandestini tentano di scavalcare la rete? Perche' i nostri giornaloni "sinistrati" non ne parlano mai ?? Secondo questi "giornaloni" la Polizia Italiana (fasssssssista!) deve solo prenderle??Ai poliziotti e carabinieri : menare, menare e calci in cxxo ragazzi!

VittorioMar

Sab, 29/06/2019 - 17:26

..TERRORISMO !!!.TUTTO per creare DISORDINE...ILLEGALITA'...INSICUREZZA..!! dovrebbe rientrare in ATTI DI TERRORISMO !!

lappola

Sab, 29/06/2019 - 17:35

Si però il taser non ce lo avete, ma la pistola SI. Che la portate a fà? usatela almeno contro queste zecche di nxxxi che spuntano come funghi da tutte le parti.

Ritratto di akamai66

akamai66

Sab, 29/06/2019 - 17:38

Inutile continuare a girarci intorno: i compagni di strada come sempre non acettano di stare all'opposizione e puntano allo scontro, se si continua così si arriverà ai fuochi artificiali, mentre il famoso inquilino continua a tacere.

pastello

Sab, 29/06/2019 - 17:41

Se io fossi il ministro dell'interno mi vergognerei. Chissà se il ministro dell'interno si vergogna.

maurizio-macold

Sab, 29/06/2019 - 18:23

La liberalizzazione delle armi e di strumenti di difesa personale e' una cosa fortemente voluta dai destrorsi senza pensare che i primi a trarne vantaggio sono proprio i delinquenti.

Una-mattina-mi-...

Sab, 29/06/2019 - 20:49

MA COME: STRADA HA DETTO CHE IL PROBLEMA SDONO I FASCISTI...

ziobeppe1951

Sab, 29/06/2019 - 21:18

MACOLD...non c’è bisogno della liberalizzazione delle armi ...i delinquenti le hanno sempre avute

Ritratto di cincirinella

cincirinella

Sab, 29/06/2019 - 21:30

che cosa aspettano gli agenti a ficcare un pallottola nel cranio di certi personaggi in america era già secco sull'asfalto e da noi per pochi soldi rischi di finire all'ospedale

Ritratto di cincirinella

cincirinella

Sab, 29/06/2019 - 21:35

maurizio macold ma cosa stai sclerando se i poliziotti potessero sparare senza troppi problemi ora questo non uscirebbe a breve come succede con i vostri giudici sinistroidi del cxxxo

Teobaldo

Sab, 29/06/2019 - 23:32

..ma come mai Omar el Mutanda non interviene mai quando ci sarebbe da commentare le belle imprese di qualche suo compagno di merende? (merenda a pane e porchetta con fiasco di vino)...li ho visti e anche durante il periodo di rataplan...

effecal

Dom, 30/06/2019 - 06:37

Per i traditori cattocomunisti è un paladino della libertà,un potenziale partigiano.

timoty martin

Dom, 30/06/2019 - 08:41

Marocchino con lunga lista di precedenti, che ci faceva ancora in Italia? Fuori subito, il Marocco si riprenda questa utile risorsa. Forse protetto da PD o amico della Rackete?

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 30/06/2019 - 08:46

Commenti da sinistra? Nessuno. Sono tutti impegnati a beatificare la capitana della nave pirata.

Blueray

Dom, 30/06/2019 - 08:46

Sparare, sparare,Sparare, sparare,Sparare, sparare,Sparare, sparare. Non aspettare di prenderle e farsi mandare in ospedale. Il politicamente corretto nelle regole di ingaggio non funziona!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 30/06/2019 - 09:03

maurizio-macold- E no, caro mio. Delle beellle manganellate tra capo e collo, sulle orecchie, sono altamente terapeutiche. Per questi soggetti é l'unica possibilità per le forze dell'ordine di difendersi. Non é questione di politica beensi' di ordine pubbllico e sicurezza , sia degli agenti che nostra. Quatttro belle legnate sul groppone calmano di certo i bollenti spiriti di questi esaltati clandestini.