Pagare a rate con il denaro a forma di card

La diffusione delle carte di pagamento aumenta di pari passo con la consapevolezza della varietà dell’offerta da parte dei consumatori. Le «carte di plastica», in ogni loro declinazione, sono sempre più presenti nel portafoglio degli italiani e le potenzialità di un’ulteriore espansione del bacino attuale dei titolari restano significative. Il mercato italiano si sta progressivamente articolando e i dati di diffusione e di utilizzo medi si stanno progressivamente avvicinando a quelli di altri Paesi europei simili al nostro.
Nel 2007, secondo l’osservatorio sulle carte di credito Assofin- Crif Decision Solutions-Gfk Eurisko, in Italia si è assistito a un ulteriore incremento (+3,5%) del numero di operazioni effettuate utilizzando strumenti di pagamento diversi dal contante. Una crescita trainata soprattutto dall’aumento delle transazioni su Pos con carte di debito (+7,1%), oltre che delle transazioni tramite bonifici e disposizioni (+3,8%) che rappresentano più della metà del totale delle operazioni. Si registra, invece, un ulteriore rallentamento, pari al -6%, per quanto riguarda l’utilizzo degli assegni. La propensione del mercato italiano verso le carte di pagamento resta dunque in crescita, come testimonia anche un aumento del +7,4% dell’importo delle transazioni effettuate con carte di debito su Pos, che nel 2007 ha raggiunto il valore di 76,6 miliardi. Aumenta – e in misura significativa – anche la diffusione delle carte prepagate, che nel 2007 risultano essere 5,8 milioni, con un incremento del +30,1%. Ancor più netta la crescita del loro utilizzo: 49,6 milioni di operazioni, con un incremento del +46,3% rispetto al 2006. Per quanto riguarda le carte revolving, che consentono al titolare di rateizzare la somma dovuta in piani di rimborso flessibile, continua il trend in crescita anche se a tassi più contenuti rispetto agli anni precedenti.
Nel primo semestre 2008, la performance del segmento delle carte revolving in termini di flussi erogati risulta di nuovo superiore alla media del credito al consumo: il tasso di crescita si mantiene infatti allo stesso livello di quello registrato nel 2007 (+7%). Nelle diverse tipologie di revolving le carte opzione (lasciano la scelta di rimborsare in un’unica soluzione o rateizzare il credito dovuto) si confermano ancora le più utilizzate: il 63% delle transazioni effettuate nel 2007 è attribuibile a questa tipologia di card, contro il 37% degli utilizzi effettuati con le revolving tradizionali.