Donna spara ai vicini per la musica troppo alta. Fermata insieme alla sorella

L’uomo colpito al braccio e la moglie al viso. La lite è degenerata all’improvviso

Una donna ha impugnato una pistola e ha fatto fuoco contro la coppia di vicini di casa. Il marito è stato colpito al braccio, mentre la moglie al viso. Due sorelle sono state fermate dalle Forze dell’ordine per tentato omicidio in concorso. La discussione finita quasi in tragedia è avvenuta in via delle Anime Sante, a San Giuseppe Jato, comune in provincia di Palermo. Secondo una prima ricostruzione tutto sarebbe iniziato in seguito a una discussione tra vicini per un futile motivo: la musica troppo alta.

Una donna, esasperata forse per il volume eccessivo, ha impugnato una pistola ad aria compressa caricata a pallini e ha sparato contro marito e moglie, suoi vicini di abitazione. La donna sarebbe stata colpita di striscio al volto, e quindi trasportata dal 118 in ambulanza all’ospedale Civico di Palermo. Il consorte invece sarebbe stato preso a un braccio e curato dalla guardia medica. Secondo il racconto di alcuni testimoni non sarebbe la prima volta che le due famiglie litigano. Ma mai sarebbero arrivate a tanto.

La donna che ha sparato è stata fermata dalle Forze dell’ordine giunte sul luogo della lite. Con lei anche la sorella che aveva probabilmente l’intenzione di sparare con un fucoile, sempre ad aria compressa. Entrambe sono state accusate di tentato omicidio in concorso. Anche le liti precedenti tra i vari componenti dei due nuclei familiari avrebbero avuto come motivo scatenante sempre la musica eccessivamente alta.

Segui già la pagina di Palermo de ilGiornale.it?

Commenti

Malacappa

Lun, 26/08/2019 - 14:03

La signora che ha sparato ha tutte le ragioni del mondo sti rompiscatole che mettono musica alta e se ne fregano dei condomini vanno fermati in tutti i modi

Divoll

Ven, 30/08/2019 - 02:23

Avrebbero dovuto rivolgersi alla polizia per la musica troppo alta.